Le altre del girone F: dietro la Samb il vuoto, la Recanatese esonera Magrini


Si sciolgono le rivali della Samb: San Nicolò battuto, Matelica fermato dal Castelfidardo. Salta la terza panchina: il tecnico della Recanatese Magrini esonerato dopo la sconfitta casalinga con la Jesina…

Palladini non intende parlare di fuga, ma risultati alla mano così è grazie alla vittoria a Scoppito, il pareggio del Matelica e la sconfitta, a sorpresa, del San Nicolò contro la Folgore Veregra. In coda il Giulianova pareggia con l'Avezzano, scontri fuori dall'impianto giuliese al termine della gara.

Si parte con la domenica nera delle abruzzesi. In testa la debacle, difficilmente preventivabile, del San Nicolò a Montegranaro contro la Folgore Veregra. La squadra di Epifani, dopo sei vittorie consecutive, sbaglia un rigore con Margarita e viene messa in ginocchio da una rete di Pedalino in chiusura di primo tempo e di Padovani nella ripresa. Inutile il forcing offensivo finale. Clima teso in casa Chieti che ad Isernia incassa una pesante sconfitta condita da una contestazione dei tifosi e una dura presa di posizione della dirigenza che conferma il tecnico Ronci e accusa di scarso impegno gli atleti. Al Lancellotta è 2 a 1 per i padroni di casa con le reti di Ruggieri e Fontana, inutile il gol di Scintu in chiusura. Di guerriglia si parla a Giulianova, nella gara casalinga contro l'Avezzano. In campo non si va oltre lo 0 a 0; fuori dal terreno di gioco, invece, un contatto tra le due tifoserie provoca quella che le cronache riportano come una guerriglia con alcuni feriti, ad avere la peggio un carabiniere che è stato medicato in ospedale. A Scoppito i padroni di casa superati dalla Samb (qui la cronaca della partita).

Il Fano non sa più che forma abbia la vittoria visto che contro la Fermana non riesce a fare risultato e deve accontentarsi di uno scialbo 0 a 0 infilando il secondo punto nelle ultime cinque gare. Canarini più brillanti e propositivi nel primo tempo e granata risvegliati nella ripresa, complice anche il cambio di modulo che ha permesso di chiudere i fermani nella propria metà campo. Tonfo Recanatese tra le mura amiche che si fa umiliare dalla Jesina con un clamoroso 3 a 0, risultato che costa caro a mister Magrini che paga la flessione degli ultimi tempi con l'esonero. In rete per i leoncelli Ragatzu, su rigore, Alessandroni e Trudo nel finale di gara. In pole, per la guida tecnica dei leopardiani Trillini o Luiso. Pirotecnica gara tra il Monticelli e l'Olympia Agnonese che chiudono sul 3 a 3. Iniziate in ritardo per dar spazio alla MotoGp ci sono le gare di Vis Pesaro e Matelica. I pesaresi hanno pareggiato allo scadere con il Campobasso dopo essere passati in vantaggio, in apertura di secondo tempo, con Ridolfi. Il Matelica del presidente Canil, invece, ha gettato i tre punti dalla finestra contro un ostico Castelfidardo. Rigore per i padroni di casa, Picci batte, ma il pallone viene respinto dal portiere ospite, Gilardi è lì e mette in rete. Boskovic, sfruttando un buon calcio di punizione dalla fascia di Esposito, realizza il 2 a 0. Biancorossi che non riescono a chiudere la gara e che pagano cara questa ingenuità: Capparuccia va a segno e accorcia le distanze poi Balloni realizza il gol della domenica e fissa il risultato sul 2 a 2.

DODICESIMA GIORNATA – La Samb riceve al Riviera delle Palme la sorprendente Folgore Veregra di mister Zaini mentre il San Nicolò deve provare a rialzare la testa contro l'Isernia. Il Matelica fa visita alla Fermana di Jaconi. Qui il turno completo e la classifica.

Condividi questo post: