La Samb vede rosso: anche le espulsioni falcidiano la rosa di Motnero



PADOVA-SAMB FINISCE 2-0, LA CRONACA

MONTERO: «GIOCATA UNA GRANDE PARTITA»

La Samb vede rosso. Tra gli elementi negativi delle ultime giornate di campionato per la formazione di Paolo Montero c’è sicuramente l’aspetto disciplinare: le assenze provocate dalle espulsioni infatti, sommate a quelle per infortuni, stanno falcidiando la rosa rossoblù, evidenziandone le lacune. Un incremento, quello che riguarda i cartellini rossi, che è stato vertiginoso negli ultimi tre match contro Cesena, Virtus Verona e Padova. Nelle prime otto giornate di campionato, infatti, nessun giocatore sambenedettese era stato espulso. Al Manuzzi è stato Santurro (doppia ammonizione) a finire la gara anzitempo, costringendo addirittura Cernigoi a vestire i panni del portiere. Doppia ammonizione anche per Di Pasquale nel match con la Virtus Verona, al termine del quale Di Massimo ha insultato l’arbitro Saia della sezione di Palermo (guadagnandosi uno stop di ben tre giornate). L’ultimo cartellino rosso è stato estratto nei confronti di Trillò, nei minuti finali della sfida dell’Euganeo. Un totale di quattro espulsioni in tre partite: occorre ritrovare equilibrio, senza farsi prendere da frenesia o rabbia, per non rovinare quanto di buono fatto finora.


Commenti