La Samb piange Sugar. Morto in campo a 20 anni Fabio Zuccheri


Il portiere nato nel 1995 è stato tra i protagonisti rossoblù nella stagione 2013/14, quando la squadra allenata da Mosconi si è guadagnata la promozione in Serie D. Dolore ed incredulità sui social…

CIAO FABIO – Il popolo sambenedettese piange Sugar. Se ne è andato la scorsa notte a soli 20 anni, mentre durante una partita di calcio – ossia mentre faceva ciò che più amava – Fabio Zuccheri. Il giovanissimo portiere (nato il 27 gennaio del 1995) nel 2013/14 aveva fatto parte della squadra allenata da Andrea Mosconi che aveva conquistato il primo posto nel campionato di Eccellenza. A stroncare la vita di Fabio un improvviso malore nel corso di un allenamento con il Sevegliano di Bagnaria Arsa (formazione friulana).

IN MOLTI A RICORDARLO – Tantissimi i messaggi di cordoglio che sono stati postati sui social network da ex compagni di squadra, amici e tifosi. Tutti increduli per quanto accaduto a Sugar (questo il suo nomignolo), di fronte ad una giovane promessa del calcio strappata alla vita così presto. In mattinata anche la Samb ha voluto mostrare la sua vicinanza alla famiglia di Fabio attraverso una nota pubblicata sul suo sito ufficiale.

Redazione

Condividi questo post: