La Samb giusta per San Benedetto: il commento di Alessio Perotti


Quella contro il Parma è stata una giornata da Serie B. Intensità e determinazione: non importa dove potrà arrivare questa squadra, l’importante è che ha conquistato la città…

Andando verso un Riviera ribollente (nonostante il sabato) si diceva che, comunque fosse andata questa sfida d’antan, sarebbe stato un successo. Constatato come la corazzata ducale sia giunta ad un soffertissimo e non proprio meritatissimo pari, al termine un pizzico di rammarico c'era (e non proprio pizzico per quanto espresso da patron Fedeli). Ma è giusto a sangue freddo tornare a quell'espressione del pre-partita, ribadendola con forza e convinzione, come dimostrato peraltro dal tributo finale elargito dal pubblico a Pezzotti e compagni. Perché, al di là dell'intruso Fourneau, quella di oggi è stata una memorabile giornata per i colori rossoblu, che non si ricordava dai tempi dei play-off col Napoli (e anche allora di fronte c’era Calaiò). E in definitiva di altra categoria: l’attesa spasmodica, il ricordo di Borgonovo, le tante bandiere al vento che, come avveniva andando al Ballarin, coloravano la strada, un avversario di grido incontrato per l’ultima volta in campionato in cadetteria, al di là dell’appendice dello scorso fine stagione, anche quella conclusasi 2-2. E poi chi ti incontro all’ingresso? Proprio bomber Francì Chimenti, che sui campi cadetti aveva sfidato il Parma, come Borgonovo d’altronde. Un tuffo nel passato, ma anche nel presente e futuro, perché quella che non ci aspettavamo forse di categoria superiore era la formazione di Palladini. Con intensità, determinazione, corsa e anche qualità aveva messo i quotati ospiti all’angolo, dimostrandosi, proprio come anticipato da Ottavio più volte, in grado di competere con chiunque. Oggi urlavano assieme gli impagabili sostenitori rossoblù sugli spalti e i calciatori in campo. Non importa dove questa squadra potrà arrivare, quello che conta è che questa è la Samb giusta per San Benedetto.

Alessio Perotti

Condividi questo post: