La Samb cresce, ora i punti. Roselli: «Stiamo migliorando, ce la giochiamo con tutti»


La crisi peggiore, quella delle idee e del gioco, sembra alle spalle. Giorgio Roselli, che non è un sergente di ferro, ma un allenatore dalla nota esperienza, è riuscito ad inquadrare una squadra confusa. Alla Samb, a questo punto, mancano solo punti in classifica per arrivare, proprio come il tecnico dice da tempo, ormai “Vivi al giro di boa”, alla pausa del mercato invernale insomma. La crescita dei rossoblù è tangibile, seppur non nei risultati che ora dovranno necessariamente arrivare.

«La Samb ora se la gioca alla pari con il Monza, abbiamo fatto bene contro il Fano, con Pordenone e Vicenza. Adesso bisogna fare più punti, si dirà. Giusto, sono d’accordo. L’inserimento di uno o due giocatori va a migliorare la squadra, mentre prima non sarebbe cambiato nulla, anzi… Io penso che la Samb abbia creato molti problemi al Vicenza. Contro il Pordenone è passato il messaggio che abbiamo fatto bene nei primi minuti o per il primo tempo, la verità è che abbiamo tenuto testa all’avversario per tutta la gara. Il Pordenone ha pareggiato con un gol da fuori, un calcio piazzato e due mezze occasioni. Mi sta bene sentire “Buono il primo tempo, meno il secondo”, non mi piace “Buono il primo tempo poi niente nella ripresa”».


Condividi questo post: