In attacco può tornare Palumbo. Quanti assenti nell’Amiternina…


Tutti a disposizione di Palladini ad eccezione dell’infortunato Casavecchia. Al Riviera, la squadra del neo allenatore Di Felice, arriva priva di tre elementi fondamentali…

NELL'ARENA – La gara contro l'Amiternina è un altro passo che la Samb percorrerà sulla strada che porta verso la Lega Pro. C'è bisogno di una vittoria per mettere punti in cascina e contare i giorni che separano i rossoblù dal ritorno nel professionismo. Palladini ha l'imbarazzo della scelta: tutta la rosa è a disposizione ad eccezione di Casavecchia che dovrebbe tornare ad allenarsi dopo la sosta pasquale. In ogni caso pronti, nel ruolo di centrali difensivi, Montesi e Carminucci, più volte provati nel ruolo in occasione delle ultime uscite infrasettimanali. In avanti dovrebbe rivedersi Palumbo, completamente recuperato, mentre l'unico dubbio è legato a Mario Titone che giovedì si è allenato a parte insieme a Gavoci a causa di un leggero affaticamento.

MANI NEI CAPELLI – Candido Di Felice farà il suo esordio sulla panchina abruzzese in occasione della trasferta a San Benedetto del Tronto. Secondo quello che ormai è un trend non invidiabile, l'esordio dell'allenatore avverrà contro la capolista e si presenta, almeno sulla carta, proibitivo. Un assente per reparto e si tratta di tre pedine fondamentali: Shipple in difesa, Petrone a centrocampo e Torbidone in attacco, squalificati. In casa scoppitana si cerca di ostentare ottimismo, anche se i discorsi a lungo termine col nuovo tecnico vertono principalmente sul campionato di Eccellenza 2016/2017. «La salvezza è un traguardo molto difficile, – ha spiegato in una intervista l'allenatore 59enne – ma nel calcio è tutto possibile e siamo obbligati a crederci fino alla fine».

PROBABILE FORMAZIONE – Samb (4-3-3): Pegorin ('96); Pettinelli ('96), Salvatori, Conson, Flavioni ('97); Sabatino, Barone, Baldinini; Titone, Sorrentino ('95), Palumbo.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: