Il sogno di Bellomo: «Battere il Lecce in finale play off? Magari…»


È un Nicola Bellomo inedito, quello che parla dei suoi inizi e del suo Bari. Nato in quel quartiere, nota fucina di talenti, chiamato Bari Vecchia, ha provato a percorrere le orme di Cassano, e di lui dice: «Al Real Madrid non ci vai per sbaglio».

«Sono legato tantissimo alla mia terra, non rinnego le mie origini. Poi Bari è una città di mare, si sta benissimo. Ne ho visti tanti di calciatori che potevano fare alte categorie ma che poi hanno intrapreso strade diverse. È un quartiere piccolo, dopo la scuola e il doposcuola c’è poco altro da fare e allora giochiamo a calcio».

Barese, fino al midollo:

«Bari è una piazza ancora più difficile rispetto a San Benedetto perché è più grande. La famiglia Matarrese ha fatto tanto per la squadra, peccato che dopo tanti anni ancora non si riesca a salire. In B il livello si è abbassato tanto, escludendo magari Empoli e Palermo. Se ai playoff Samb e Lecce si incrociassero ancora, magari in finale? Per me sarebbe un sogno giocare contro il Lecce e vincere, sarebbe una partita dal sapore particolare. Far gol mi farebbe piacere, certo, ma quello che conta è vincere. A gennaio ho avuto la possibilità di andare a Lecce, ma non me la sono sentita».

Condividi questo post: