Il futuro di Sanderra sulla panchina della Samb, Andrea Fedeli: «Presto per un discorso sul rinnovo»


Il tecnico romano è arrivato a sostituire Ottavio Palladini all’inizio dell’anno firmando un accordo semestrale. La società temporeggia in mancanza di elementi di valutazione…

Sanderra ha molto da dimostrare e la società vuole prendersi tutto il tempo possibile per capire se il tecnico romano potrebbe sedere ancora sulla panchina rossoblù nella prossima stagione.
«Se il campionato finisse oggi potremmo decidere di confermarlo».
Non sciorina certo attestati di stima Andrea Fedeli che spiega:
«Nell'incertezza preferirei tenerlo. Non ho ancora ben inquadrato il suo modo di interpretare il calcio e vedere le partite, quindi vogliamo dargli il tempo necessario».
Tra la strada vecchia e la nuova, l'AD, sceglie la vecchia:
«È giusto per un allenatore poter prendere le decisioni in piena autonomia perché sono sue le “chiappe” che poggiano sulla panchina ed è giusto che la società, in queste decisioni, non metta bocca. Non ho elementi sufficienti per giudicare».
A Sanderra va riconosciuto un merito:
«È un tecnico che non ha paura a lanciare i giovani, menomale direi. Ora Vallocchia e Mattia hanno un posto in campo, forse non fisso, ma almeno se la giocano. Se ripenso al fatto che uno dei due rischiava di andare in prestito all'Avezzano…».

Domenico del Zompo

Condividi questo post: