Il Bassano vuole rialzare la testa, Bertotto: «Lavoriamo sull’attegiamento e la determinazione in campo»


Il tecnico, dopo l’amichevole disputata contro l’Udinede di Del Neri e persa 5 a 0 vede comunque indicazioni positive in vista del forcing finale della stagione che inizierà dalla trasferta al Riviera delle Palme…

Il Bassano suona la carica e a San Benedetto la squadra di Bertotto arriverà con la ferma volontà di uscire dall'impasse che ormai si protrae da quattro turni. Reduce dall’amichevole contro l’Udinese, Bertotto, ex bianconero, ha avuto modo di valutare in diverse circostanze i suoi affrontando un test importante, seppur proibitivo. Per la cronaca: la gara si è risolta 5 a 0 in favore degli uomini di Del Neri che nel fine settimana incontreranno il Pescara di Zeman, in rete Zapata, Ewandro (2), De Paul e Thereau. Il tecnico giallorosso guarda alla sfida con la Samb dopo aver avuto modo di verificare il livello di applicazione dei nuovi metodi tattici tra i giallorossi: «Ho visto la giusta mentalità e stiamo iniziando a mettere in pratica cose che proviamo con insistenza in allenamento». Spiega, poi, al sito ufficiale della squadra vicentina che il problema che i suoi si trascinano è di natura psicologica più che tattica: «Stiamo lavorando sull’atteggiamento, sulla determinazione e l’attenzione da mettere nei diversi frangenti del match, cosa che è mancata fino ad ora. Sono elementi importanti perché quando vengono a mancare un giocatore rende meno di quanto vorrebbe». Al Mercante gli uomini di patron Rosso gettarono la Samb in una prima giornata di crisi con il 4 a 3 riagguantato per le corna dai rossoblù dopo un dominio netto dei padroni di casa. A San Benedetto si affronteranno due squadre ferite nell'orgoglio: «I ragazzi per primi vogliono uscire da questa situazione. Dobbiamo essere convinti dei nostri mezzi mettendo in campo il giusto atteggiamento tecnico-tattico».

 

 

Domenico del Zompo

 

Condividi questo post: