Gravina al CorSport: «Non partire con i campionati è una cosa gravissima»


Il rischio che il campionato di Serie C slitti alla metà del mese di settembre inizia a diventare sempre più tangibile. In una lunga intervista rilasciata al Corriere dello Sport, il presidente del movimento di Lega Pro Gabriele Gravina spiega:

«Questa estate è una sconfitta per il movimento. Dimostra la mancanza di regole che impediscano fughe in avanti. Tutto ciò offre l’opportunità di contestazioni, a volte strumentali, che non fanno altro che intaccare le certezze del sistema. La motivazione di fondo è stata quella di bloccare i ripescaggi per far partire i campionati. Tralascio la vera ragione. Purtroppo, però, si è innescata una reazione a catena che ha danneggiato principalmente la Lega Pro. Buon senso e rispetto sono venuti meno in un effetto domino incontrollabile. Abbiamo accumulato una montagna di ricorsi. Così i campionati non possono cominciare. […] Possibile sciopero dei calciatori? E’ la conferma che il nostro sistema vive momenti di gravi tensioni. Non partire con i campionati è una cosa gravissima».


Commenti
Condividi questo post: