Girone F, l’ultimo turno: Fermana in fuga, il Matelica cade a San Marino


L’ottava giornata di ritorno: la capolista vince e approfitta dei passi falsi delle inseguitrici. La Vastese ritrova la vittoria con la Vis Pesaro, un punto per la Civitanovese…

Alfonsine – Pineto 1-2
Si complica la corsa salvezza dell’Alfonsine che si fa battere tra le mura amiche da un Pineto cinico e deciso. Primo tempo di marca abruzzese che si spegne con il vantaggio ospite firmato da Esposito, bravo a capitalizzare un cross dalla mancina. Nella ripresa provano ad uscire fuori i padroni di casa ma dopo un quarto d’ora Ciarcelluti raddoppia in contropiede. Inutile il gol dell’Alfonsine al 25’, marcato da Tosi, che risolve una mischia in area.

Castelfidardo – Romagna Centro 0-1
Nella prima frazione di gioco si vede molto equilibrio con entrambe le squadre pericolose in almeno due occasioni: verso il 25’ il Castello mentre gli ospiti in chiusura. Nella ripresa i romagnoli hanno la meglio a dieci minuti dal termine quando Ferri sfrutta un cross di Pasquini dalla fascia destra per mettere in rete il gol vittoria che getta nell’incubo il Castelfidardo, ad un punto di distanza dall’ultima della classe, la Civitanovese.

Sammaurese – Jesina 0-1
A dispetto del risultato in campo le squadre si sono date continuamente battaglia a viso aperto impegnando severamente i rispettivi portieri con Tavoni più in luce del collega Gori grazie ad un paio di interventi fondamentali operati nel primo tempo. Il gol vittoria lo firma l’ex Samb Henry Shiba pennellando una brillante punizione sul finire del match.

Fermana – Olympia Agnonese 2-1
Prove generali di fuga. La Vis si ferma e i canarini ne approfittano per lanciarsi alla conquista della Lega Pro. Preziosi sono i tre punti conquistati al Recchioni contro l’Olympia Agnonese in rimonta. Al 13’ ingenuità del portiere di casa che regala un rigore a Margarita, avanti i molisani. La Fermana affronta qualche istante di smarrimento fino al 38’ quando Clemente scappa in area e viene abbattuto da Gentile: rigore anche per i canarini che trovano il pari. Nella ripresa padroni di casa in cattedra con il gol vittoria firmato, dopo un continuo, ma organizzato, assedio alla porta avversaria, da Molinari su assist di Campanico.

San Marino – Matelica 2-0
Caduta esterna per il Matelica che, al cospetto del “Titanico” San Marino, si dimostra impreciso ed a tratti lezioso. Il primo tempo è totalmente di marca matelicese con i padroni di casa a più riprese salvati dall’imprecisione e dal proprio portiere, fino al 45’ quando un contropiede porta Buonocunto a trasformare un bell’assist in oro per il vantaggio. La ripresa vede un San Marino più intraprendente, brillante e pratico. Come al 12’ quando Baldazzi riceve da Buonocunto e deposita alle spalle di Marcantognini. Nulla possono Titone e compagni, il Titano ha la meglio e si lancia prepotentemente in ottica playoff.

San Nicolò – Campobasso 2-0
Vittoria all’inglese, la prima in casa del 2017, per gli uomini di Epifani che accorciano sulla Vis, ora a +4. Nella prima frazione gli abruzzesi impiegano meno di dieci minuti a trovare il vantaggio che arriva grazie alla rete di Bisegna, al 7’. Insistono i padroni di casa che raddoppiano al 27’ con Stivaletta che batte a rete da qualche centimetro. Il film non finisce qui: gli altri sussulti, uno per parte, sono una traversa per il San Nicolò che sfiora il 3 a 0 e un rigore, parato da Ciotti alla mezz’ora della ripresa che avrebbe permesso al Campo di accorciare.

Civitanovese – Recanatese 1-1
Un punto a testa che non serve a nulla negli equilibri del campionato e che lascia i padroni di casa in coda e la Reca in piena zona playout. La paura è la vera protagonista dell’incontro e le due formazioni sono impegnate per primo a non prenderle. Questo consegna alla cronaca un primo tempo noioso. Più viva la ripresa con il vantaggio leopardiano firmato da Mordini subito dopo il fischio iniziale. La risposta rossoblù è di Baiata, appena entrato, che incoccia un corner e fa tirare un sospiro di sollievo ai padroni di casa.

Vastese – Vis Pesaro 3-0
Cronaca di un netto dominio. La Vastese torna alla vittoria dopo tre mesi di sofferenze. Il primo tempo tra abruzzesi e vissini si spegne sul pari con tanti sbadigli. Otto minuti e parte la danza: il primo a segnare è Bartoli al termine di una lunga azione corale, seguito da Fiore, al 23’, che trova un calcio di punizione deviato dalla barriera. Tafilli poco dopo la mezz’ora riceve dalla fascia e deposita in rete per il definitivo 3 a 0.

 

Domenico del Zompo

Condividi questo post: