Fedeli: «Premio partita? Giocare a San Benedetto», Raparo: «Un sogno giocare qui»


Il presidente rossoblù soddisfatto per la vittoria non si sbilancia sul mercato. Il centrocampista veregrense: «Dovesse chiamare la Samb verrei di corsa». Sorrentino: «Il gol è per mio nonno»…

FRANCO FEDELI (presidente Samb): «Abbiamo vinto e convinto quindi sono felice. Sorrentino non lo scopriamo oggi è un giocatore importante è ha disputato una bella partita. Nel calciomercato faremo sicuramente degli interventi, ma non stravolgeremo la squadra. C'è già qualche nome, ma non voglio sbilanciarmi anche per non dar fastidio alle altre squadre. Il premio partita? Il premio già ce l'hanno: giocano a San Benedetto. Questa è una grandissima tifoseria.»

LORENZO SORRENTINO (attaccante Samb): «Mi piace muovermi e svariare aiutando la squadra come posso. Cerco sempre di imparare in allenamento da Bonvissuto e Prandelli, è gente di esperienza. Era una gara importante e dovevamo rimanere compatti per tutti i novanta minuti, abbiamo sofferto una volta sola in occasione del loro palo, ma nient'altro. Il campionato è ancora lungo, è presto per parlare di fuga. In settimana è morto mio nonno, dedico a lui la mia rete.»

ALESSANDRO SABATINO (centrocampista Samb): «Non è una fuga, ma è un bel passo avanti. Quando subiamo gol non è solo un problema della difesa, sbagliamo tutti, oggi siamo stati bravi. Siamo stati calmi, non abbiamo avuto frenesia e siamo comunque riusciti a creare diverse azioni pericolose. Quando smetterò di giocare mi riciclerò come imprenditore ortofrutticolo.»

MARCO RAPARO (centrocampista Folgore Veregra): «Sapevamo che era una gara difficile, la squadra è quella che è e siamo dei neo promossi. Abbiamo giocato abbastanza bene. La Samb è una squadra che difficilmente sbaglia e se sbaglia una o due volte poi non sbaglia la terza. A Giulianova mi vogliono? La società non mi ha fatto sapere niente, io sto bene qui e ho la stima e la fiducia di tutti. Ma giocare qui è incredibile, se mi chiamassero verrei a San Benedetto di corsa, ogni calciatore sogna di giocare davanti ad un pubblico così.»

CLAUDIO CICCHI (direttore sportivo Folgore Veregra): «Beh credo che la mia squadra abbia comunque fatto una degna figura contro una corazzata come la Samb, nonostante avessimo diversi acciaccati, tanto che Zaini ha schierato sei under in formazione. La perdita di Padovani ci ha penalizzato un poco. Ma onestamente la Samb ha meritato di vincere, è una squadra fortissima ed ora ha anche un allenatore che le da tranquillità. Poi ha il dodicesimo uomo, il pubblico, che spinge tantissimo. Spero per i rossoblu che sia l'anno giusto.»

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: