Fano-Samb, le pagelle: Mancuso si sacrifica ed è determinante, Mori sempre più leader


I voti a tutti i calciatori della Samb dopo il 2-1 del Mancini: il numero sette sembra aver ritrovato smalto sotto porta, l’ex Empoli dirige bene la difesa. E che parate Pegorin…

PEGORIN 7,5

Germinale lo beffa dal dischetto con una conclusione centrale, ma nel secondo tempo deve andarsi a complimentare con l’estremo rossoblù che tira via dall’incrocio dei pali un suo colpo di testa. Il palo lo salva sul tiro di Carrotti nel finale.

RAPISARDA 6,5

Molto veloce sulla destra: nel primo tempo si concede qualche sgroppata, poi è più attento a contenere le sfuriate di Taino e Schiavini, che dalla sua parte cercano spesso fortuna.

MORI 7

Leader incontrastato della difesa, bravo a coprire anche i buchi lasciati dai compagni. Esce per problemi fisici, a Sanderra tocca sperare che il suo infortunio sia roba di poco conto: troppo importante la sua presenza.

RADI 6,5

Germinale gli crea qualche difficoltà ed un paio di disimpegni non sono ottimali, ma la prova dell’esperto centrale, costantemente sotto pressione nella ripresa, è comunque buona.

PEZZOTTI 6

Per il capitano partita dal doppio volto sulla sinistra: nel primo tempo proiettato in avanti (anche se i suoi cross non sono sempre precisi), poi a difendere l’area di Pegorin.

SABATINO 6

Difficile trovare qualcuno che recuperi più palloni di lui, ma quando c’è da giocare la sfera spesso commette errori grossolani. Come il resto dei compagni cala di intensità col passare dei minuti.

DAMONTE 6,5

Per gran parte della gara si ritrova a fare il difensore aggiunto, dando manforte alla coppia Mori-Radi sui palloni alti. Bene in interdizione, ma può fare qualcosa in più quando c’è da gestire il possesso.

VALLOCCHIA 6,5

Confermato in mediana dopo la bella prova di sette giorni fa, è autore di diverse buone giocate. Non si risparmia negli interventi, visto che l’ammonizione arriva dopo alcuni tackle ben oltre il consentito.

MANCUSO 7,5

Il secondo gol consecutivo certifica che è tornato il Mancuso killer, quello che in area non perdona nulla agli avversari: da lodare, però, anche il secondo tempo da terzino aggiunto. Umile e determinante.

AGODIRIN 7

Lotta su ogni pallone riuscendo, nel primo tempo, a tenere alta la pressione sulla difesa locale. La buona sorte ripaga il suo impegno con la deviazione che beffa Andrenacci in occasione del raddoppio.

DI MASSIMO 6

Intraprendente all’inizio, nella seconda parte di gara sembra spesso spaesato, anche se l’unica chance rossoblù è la sua: ottimo assolo in contropiede, ma ottima risposta di Andrenacci sul destro a giro dell’abruzzese.

BERNARDO 6

Esordisce in un momento complicato, con la squadra costretta a rinculare e lui da solo in avanti a duellare con la difesa schierata dell’Alma. Da giudicare meglio nelle prossime partite.

DI PASQUALE 6,5

Buon impatto con la gara per il giovane difensore, che prende il posto di Mori e con personalità fa suoi gran parte dei contrasti con gli attaccanti granata.

LULLI S.V.

Prende il posto di Sabatino nel finale, ma non gioca benissimo quei pochi palloni che gli capitano tra i piedi.

Daniele Bollettini

Commenti
Condividi questo post: