Fanesi, due filoni di indagine in corso. Ma per il suo caso ancora nessun indagato


Il 5 novembre è ormai lontanissimo, ma in diverse occasioni torna nella mente di molti tifosi. Il ritorno di Luca Fanesi a casa è una bellissima notizia per la famiglia e tutti i compagni della Curva che lo hanno aspettato con ansia e riabbracciato con una fiaccolata e la coreografia di Samb-Renate. Le questioni che ora restano pendenti sono quelle strettamente legali. A questo punto due sono i filoni di indagine sviluppati dopo i fatti accaduti fuori dal Romeo Menti: quello inerente il ferimento del tifoso rossoblù e la rissa scoppiata dopo il triplice fischio. Ad ora non ci sono iscritti nel registro degli indagati in merito alle contusioni provocate a Fanesi, mentre alcuni tifosi sarebbero stati convocati dal PM ed ascoltati circa i disordini del dopo-partita. Sei indagati in tutto, tutti tra le fila dei supporters rossoblù, la cui testimonianza potrebbe comunque essere preziosa per cercare di venire a capo del ferimento di Luca.

Condividi questo post: