Fallimento o concordato: oggi si decide il futuro della Samb



O l’uno o l’altro: fallimento o concordato. Nel giro di poche ore verrà presa una decisione che sicuramente segnerà il futuro della Samb. Ad assumerla sarà il giudice Francesca Calagna, che si è riservata di decidere dopo l’udienza di giovedì mattina in cui sono state discusse da un lato le istanze di fallimento presentate da numerosi creditori e dall’altro la richiesta di concordato prenotativo avanzata dalla società presieduta da Domenico Serafino. Tempi stretti, si è detto fin da subito in Tribunale. Per questo è attesa nella giornata di oggi la decisione del giudice fallimentare. In caso di accettazione della domanda di concordato a Serafino verrà concesso un lasso di tempo (l’ennesimo negli ultimi mesi) di 60 o 120 giorni per sistemare il dissestato quadro societario; nel caso in cui la richiesta di concordato non venga accettata, invece, si andrà incontro al fallimento e alla conseguente nomina di un curatore che si occuperà – per prima cosa – della gestione dell’esercizio provvisorio.

LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti
Condividi questo post: