Di Massimo, è davvero finita? Fedeli jr: «È tutto tranne un piantagrane. Ma no ad un altro prestito»


L’a.d. sull’attaccante di Torano: «Per me è l’attaccante più tecnico che abbiamo avuto l’anno scorso, anche più di Mancuso. Quando hai doti come le sue prima o poi vieni fuori»…

Ritornerà al Pescara ma per lui la porta della Samb resta sempre aperta, anche se a determinate condizioni. La prima stagione da calciatore professionista è stata piuttosto particolare per Alessio Di Massimo. Quattro gol in trentadue presenze per l’attaccante di Torano, arrivato in prestito secco dalla società biancazzurra. Con la maglia rossoblù ha vissuto anche diversi momenti non facili, ma l’amministratore delegato Andrea Fedeli è sicuro sulle sue doti: «Per me resta l’attaccante più tecnico che abbiamo avuto l’anno scorso, anche più di Mancuso: gli manca qualche base, magari avrà bisogno di ancora un po’ di tempo per esplodere ma quando hai doti come le sue prima o poi vieni fuori». Parole che lasciano presagire che la società rossoblù potrebbe ancora puntare sull’ex Juve Primavera, ma soltanto a determinate condizioni. «Non sono interessato ad un altro prestito – dice ancora Fedeli jr –. Se tornerà a San Benedetto dovrà farlo come calciatore di proprietà della Samb». L’a.d. poi dice la sua anche sulle qualità umane del giovane attaccante: «Ho sentito dire tante cose sul conto di Di Massimo; posso assicurare che lui è tutto fuorché un piantagrane, come invece molti lo hanno dipinto». L’augurio che però Andrea Fedeli gli rivolge sembra allontanarlo dalla Samb: «Sappiamo tutti che andrà in ritiro con il Pescara. Personalmente non posso che augurare al ragazzo di avere le migliori fortune con Zeman». La porta della Samb, però, sembra restare sempre aperta per Alessio Di Massimo.

Redazione

Commenti
Condividi questo post: