Dalla presidenza di Tardini al baratro della Serie D: storia e curiosità sul Parma


Dalla fondazione nel 1913 alla promozione in Lega Pro dello scorso anno, passando per i successi europei ed il crack Parmalat. Ecco il prossimo avversario della Samb…

Il Parma Football Club nasce il 16 Dicembre 1913. Nel 1924 approda in Serie A sotto la presidenza dell'avvocato Ennio Tardini (esperienza che dura un solo anno). La società emiliana milita sempre in campionati professionistici fino alla stagione 1965/66 quando retrocede in D. Nel 1968 viene messa in liquidazione e poi acquistata da un manipolo di imprenditori locali. Il club torna in Serie C nel 1970, negli anni ‘80 (presidenza Ceresini e Parmalat sponsor) il Parma torna in Serie B (Arrigo Sacchi allenatore). Nel 1989 la squadra gialloblu viene allenata da Nevio Scala che la porta in Serie A, anche se durante il campionato di B muore improvvisamente il presidente Ernesto Ceresini. Dopo la promozione in A la Parmalat di Calisto Tanzi acquista dagli eredi Ceresini il Parma Calcio e il dottor Giorgio Pedraneschi diventa presidente del sodalizio. Dal 1990 al 2004 la gestione Tanzi vede il Parma aggiudicarsi tre Coppe Italia, una Supercoppa Italiana, due Coppe Uefa, una Coppa delle Coppe ed una Supercoppa Uefa. Il noto crack Parmalat coinvolge anche la società di calcio, ma grazie alla Legge Marzano il Parma mantiene la massima serie fino alla stagione 2014/15. La retrocessione ed il fallimento cancellano il Parma dai professionisti; la S.S.D. Parma Calcio 1913 (presidente Nevio Scala, famiglia Barilla socio di maggioranza) vince il campionato di Serie D nella stagione 2015/16 e torna in Lega Pro. Allenatore della prima squadra emiliana è Luigi Apolloni.

ADA

Condividi questo post: