Dalla C1 alla doppia radiazione: storia e curiosità dell’Avezzano


Nella nostra rubrica sul prossimo avversario della Samb qualche cenno storico dei marsicani, che nella scorsa stagione si sono aggiudicati il campionato di Eccellenza Abruzzo…

Nel 1919 nasce la prima società calcistica di Avezzano con il nome di Forza e Coraggio Avezzano Football Club. Negli anni '30 cambiò denominazione in Società Sportiva Marsica e successivamente in Società Sportiva Avezzano, militando nella massima serie regionale. Fino al '70 la serie D è il prevalente palcoscenico dei biancoverdi. Negli anni '70, dopo la fusione con la A.C. Avezzano, nasce il Football Club Avezzano con dirigenza campana: l'operazione fu, infatti, denominata “operazione Vesuvio”. Nel 1977/78 i marsicani approdano in C2. Nel '82 i marsicani diventando Avezzano Calcio e sprofondano nel campionato regionale di Promozione. Gli anni '90 vedono l'Avezzano disputare ben sei campionati di C2 ed uno di C1, prima di essere radiati dalla FIGC. Nasce così la Nuova Avezzano Calcio, che riparte dalla Promozione ed arriva in Serie D, ma nell'estate del 2007 la società rinuncia all'iscrizione in campionato. Dopo due anni senza calcio ad Avezzano, l'A.S. Pescina Valle del Giovenco, militante in C2, decide di giocare le partite interne allo Stadio dei Marsi e cambia i colori sociali da gialloverdi in biancoverdi. Nella stagione 2009/10 il club, retrocesso in Seconda Divisione, viene radiato per inadempienza economica. Nel 2009 nasce l'A.S.D. Avezzano Foce Nuova, che si iscrive al campionato di Prima Categoria. Inizia l'era del presidente Gianni Paris, che porta l'Avezzano in serie D. Il sodalizio marsicano è allenato da Alessandro Lucarelli. La gara di domenica prossima sarà però a porte chiuse, in virtù della sanzione comminata alla Samb al termine del match di play off col San Nicolò della scorsa stagione. Tra i biancoverdi figura anche l'ex Samb Gabriele Puglia.

ADA 

Condividi questo post: