Da Battaglioni a Jaconi…solite illazioni


Il punto di Alessio Perotti dopo la partita del “Recchioni”, con il trainer gialloblù protagonista in sala stampa. Scene che hanno riportato alla mente l’era dell’istrionico patron fermano, fino ad arrivare alle Pasquette vissute come derby soltanto da qualcuno…

Storicamente pepati i dopopartita del Recchioni, non poteva mancare quindi qualche dichiarazione al di sopra delle righe. Strano che a farle sia stato un sessantottenne allenatore di grande esperienza e curriculum (record italiano con nove promozioni), che conosce bene Samb e San Benedetto, verso cui un minimo di rispetto avrebbe pure dovuto averlo. Se non altro anche perché in un panorama di debiti e fallimenti, stando ai fatti almeno fino a questo punto l'attuale società rossoblu ha invece dimostrato proprio quella serietà, che lo Jaconi dal ghigno beffardo va disperatamente cercando. La mente non può allora evitare di tornare alle sale stampa fermane, in cui mattatore era l'istrionico Battaglioni. Dopo aver pilotato la Fermana fino all'apoteosi cadetta nel 1999 (ma grandi meriti li ebbe soprattutto l'altro Iaconi, Ivo, che proprio a San Benedetto mosse i primi passi da trainer) e prima di farla scomparire nel 2006, dopo i cosiddetti derby con la Samb (indimenticabile lo striscione esposto nel 2003 dai fans nostrani "Per voi derby, per noi Pasquetta") si dilettava a movimentare i dopogara. Ecco allora i "ricordatevi di essere già falliti", "con quel giocatore fatece lu brodo" o "fuori quel giornalista tifoso!". Per fortuna che a bilanciare questi spocchiosi atteggiamenti ci sia l'equilibrio una volta di Fabrizio Foglietti, ex attaccante rossoblu e residente a San Benedetto che ricopriva il ruolo di team manager, e stavolta del sambenedettese doc Max Fanesi, che da direttore sportivo ha avuto il merito di delineare con un budget risicato una rosa in grado di salvarsi senza patemi. Meriterebbero una stilettata di risposta da parte di Moneti e Bucci le pungenti parole di Jaconi, ma ancora una volta la migliore replica è quella proveniente dal campo, con la quarta vittoria consecutiva nelle sfide di campionato a Fermo (l'ultima era culminata nel 2010 con la matematica promozione dall'Eccellenza), e dagli spalti, dove nonostante un morale non certo alle stelle, i fans rossoblu hanno ancora una volta surclassato i loro rivali.
 

Alessio Perotti

Condividi questo post: