Coppa Italia, Teramo-Samb: 3-0 dopo i primi 45′, Zecca piega i rossoblù


ROSELLI CAMBIA TUTTO, RIVOLUZIONE ANCHE PER MAURIZI: LE FORMAZIONI 

Va beh, Roselli che i problemi della Samb siano altri rispetto all’obiettivo Coppa Italia, lo aveva detto chiaramente in conferenza stampa. Ma arrivare a vedere il Teramo chiudere la prima frazione della gara sopra di tre reti, tutte con la firma di Zecca.

I rossoblù partono male già al 10′, dove si capisce che piega avrebbe preso il match, quando Kernezo, buttando via una buona palla confezionata da Rocchi, all’altezza del dischetto del rigore spara altissimo sopra la traversa.

Poi la Samb si spegne. Non che il Teramo confezioni gran calcio, ma la squadra di Maurizi è bella pratica e decisamente poco incline ai vezzi. Tanto che al 17′ arriva il primo colpo. Caidi lancia Ventola sul largo, palla in mezzo per Zecca, solissimo, che batte Pegorin. Non girano meglio le cose nonostante le urla di Roselli che vanno a sistemare i suoi in campo. Tredici minuti dopo Zecca si ripete. Barbuti sponda di testa e lo trova, al solito, in area abbandonato al suo destino, 2-0. Serie di errori, in un momento di ripartenza e con i rossoblù completamente sbilanciati un paio di minuti dopo la mezz’ora. Il Teramo si trova ad occhi chiusi e ancora il numero 16 va in rete: 3-0.

Al termine del primo tempo la Curva Nord Massimo Cioffi richiama la squadra sotto il settore, una manciata di parole scambiate tra la squadra capitanata da Gelonese e alcuni supporters, ma la Samb rientra negli spogliatoi sotto i fischi delle due tifoserie.


Commenti
Condividi questo post: