Con la Feralpisalò la storia si ripete: il commento di Alessio Perotti


Come era avvenuto nella scorsa stagione (andata e ritorno) i rossoblù hanno sofferto i lombardi, ma anche grazie alle scelte di Moriero sono riusciti ad avere la meglio…

Dalla distinta delle formazioni già si notava l’esperta età media dei leoni del Garda: praticamente tutti almeno trentenni e quindi navigati i calciatori inizialmente schierati da Serena, che hanno fatto la partita dal principio alla fine, rimediando però il secondo capitombolo consecutivo dopo quello casalingo ad opera del Renate. Non è stata comunque una novità questa nelle sfide con i bresciani. Per la terza volta la Samb, pur non entusiasmando al loro cospetto, ha fatto però punti e anche stavolta godendo di un penalty, il primo stagionale, a proprio favore. Anche nell’andata dello scorso anno gli uomini di Palladini soffrirono fino al termine per condurre in porto il penalty di Mancuso e al ritorno la squadra passata a Sanderra fu letteralmente schiacciata, riuscendo però ad impattare nelle battute finali sempre dagli undici metri col suo bomber. Come nella mezz'ora a Fermo la Samb ha stentato in fase di interdizione (il cosiddetto “filtro”) a metà campo, dove qualcosa indubbiamente c’è da rivedere. È comunque da sottolineare che nella ripresa in questo reparto Moriero, all’opposto degli avversari, ha schierato contemporaneamente un diciannovenne (Bove), ventenne (Vallocchia) e ventiduenne (Gelonese), due dei quali hanno pure segnato. Insomma il tecnico rossoblu ha rischiato, come fatto anche con la triplice sostituzione con cui ha completato i cinque cambi, ma è bello in un calcio italiano, dove prevale la gerontologia, vedere che almeno in C ai giovani si dia fiducia. L’altro aspetto da evidenziare riguarda la nuova regola dei cambi, che come successo quando furono varate le tre sostituzioni a metà anni Novanta, inciderà molto sull’esito delle gare, in particolare nelle battute finali, quando le formazioni si stancano e si allungano e domenica s’è visto. Intanto nel girone Venezia e Parma sono state degnamente sostituite da Vicenza e Pordenone, ma la Samb ha comunque una partita in meno, che visto l'andamento della partita con la Feralpi è veramente ancora tutta da giocare. Intanto però ci aspetta il solito Barbetti di Gubbio.

Alessio Perotti

TOUR DE FORCE SAMB: 6 PARTITE IN 21 GIORNI

SAMB-FERALPI: TUTTE LE FOTO

Condividi questo post: