Classifica sempre più corta, il San Nicolò resta ad un punto


Vittoria all’ultimo respiro per il Matelica con l’Avezzano. I teramani battono il Giulianova e superano il Fano, bloccato sullo 0-0 dal Chieti. Pareggia anche il Monticelli con il Castelfidardo…

In coda è bagarre con sei squadre in cinque punti, delusione di questo avvio di campionato la Fermana, costruita per stare nelle prime posizioni ed ora invischiata nei bassifondi della graduatoria

Il Fano si fa fermare dal Chieti al Mancini. Al termine di una partita molto tirata le reti restano inviolate e, se il punto guadagnato è una buona notizia per i teatini, altrettanto non possono dire gli amaranto, superati in classifica dal brillante San Nicolò di mister Epifani, vittorioso a Giulianova, contro una squadra in balìa di problemi societari non di poco conto, grazie ad una doppietta di Merlonghi e la rete di Margarita. Il Matelica si prende i tre punti al 93' battendo 2 a 1 l'Avezzano. Dopo esser passato in svantaggio con la rete di Menna, i padroni di casa sono arrivati al pareggio con Boskovic al 78'. Un pasticcio difensivo degli abruzzesi regala poi la rete del definitivo 2 a 1, ad opera di Picci. Ancora una volta sugli scudi Borghetti e Borgese con il difensore prima autore di un gol, annullato per fallo in area, poi uomo della provvidenza quando salva su Di Massimo a porta vuota. Il pari tra Monticelli e Castelfidardo da un po' di respiro ai biancoverdi che si tirano fuori, seppur di poco, dalla zona rossa della classifica. Alla rete di Donzelli su rigore, per gli ospiti, risponde Galli al 26', appena sette minuti dopo. Sorride il Campobasso che travolge, nel derby molisano, l'Olympia Agnonese. Passano i rossoblù con Bucchi appena dopo 25 minuti di gioco. Il raddoppio porta la firma di Jonathan Alessandro al 67', Censori chiude le danze tre minuti dopo il 90'. Folgore Veregra e Jesina non vanno oltre il pari con una rete a testa. Partita emozionante con numerose azioni importanti. Parte bene la Jesina, forte della bella gara nel precedente turno contro il Fano, e dopo 25 minuti trova la rete sugli sviluppi di un calcio d'angolo con Fatica. Frastornata la squadra di Zaini torna in campo per la seconda frazione di gioco dove ancora gli ospiti sono pericolosi: Trudo approfitta di un pasticcio difensivo, prende palla e si invola in area, viene steso da Lupinetti. Espulso l'estremo difensore, al suo posto entra un ex Samb: Marani. Il penalty sbagliato da Ragatzu è la chiave di volta della gara. Giallonardo, su cui grava l'errore che ha portato i suoi all'inferiorità numerica, serve un buon pallone in area per Nazziconi che approfitta e realizza l'1 a 1. Arriva la prima vittoria per l'Amiternina in campionato: vittima sacrificale la malcapitata Recanatese regolata per 2 reti a 1. Vantaggio per la squadra di Scoppito con Torbidone che ruba palla a Falco, dopo un errore nel controllo. Nel secondo tempo è Miani a segnare la rete del pareggio, ma all'89 ci Terriaca regala tre punti ai suoi con il gol realizzato al termine di una azione di contropiede. Al «Benelli» di Pesaro l'eroe di giornata è Rocco Costantino che con una doppietta permette ai suoi di tornare alla vittoria tra le mura amiche ai danni di una Fermana sempre più in crisi e capace di segnare solo al 90' con Iotti.

IL PROSSIMO TURNO – Decima giornata chesi preannuncia scoppiettante con un interessante abbinamento tra le prime della classe: il Fano (3) farà visita al San Nicolò (2), mentre il Chieti (5) riceverà il Matelica (4). La Samb attende il Giulianova al Riviera. In coda interessante sarà l'esito del match tra Olympia Agnonese e Amiternina, con gli abruzzesi costretti alla vittoria per agganciare la squadra di mister Paolucci. Risultati, classifica e turno completo qui.

Domenico del Zompo

Condividi questo post: