Caso Modena: «In estate ci avevamo promesso che queste cose non sarebbero successe»


In Serie C, nel girone B in particolare, c'è un argomento che tiene banco con particolare assiduità negli ultimi giorni. Si tratta della situazione in casa Modena dove la radiazione sembra ad un passo e ormai tutti gli avversari iniziano ad essere particolarmente stizziti da questo. L'Amministratore Delegato rossoblù, Andrea Fedeli, spiega il suo punto di vista in merito:

«Ad inizio stagione ci era stato garantito che cose di questo genere non si sarebbero mai potute verificare e invece ci ritroviamo a campionato in corso, nonostante le multe e l'intensificazione dei controlli, in una situazione del genere. Personalmente sono dispiaciuto per i tifosi e per i giocatori in primis perchè peggio che perdere un derby o il campionato è fallire. Noi, come famiglia, ci siamo ritrovati a subentrare quando il fallimento era fresco e sappiamo come ci si può sentire. Bisoli si è lamentato? Ha fatto bene. Il Padova ha speso molto più di noi ed è logico che ne possa risenta se il campionato dovesse essere falsato dalla radiazione del Modena. A noi rode particolarmente se pensiamo che quella gara l’abbiamo preparata, l’abbiamo giocata, abbiamo preso le nostre ammonizioni e fatto i nostri gol. Avevamo già avanzato qualche dubbio sull’iniziare il campionato con 19 squadre e un turno di riposo, dovesse essere radiato il Modena riposerebbero addirittura in due».

Redazione

Condividi questo post: