Capuano: «Giocatori con altissime motivazioni. San Benedetto non deve aspettare nessuno»


Tifosi a parte, il più felice per gli arrivi sarà certamente mister Ezio Capuano. Il tecnico rossoblù si dice soddisfatto di scelte che vanno a rimpinguare la rosa in vista del girone di ritorno:

«Devo ringraziare la proprietà perché quello che ho chiesto mi è stato dato. La partita contro la Feralpi è l’esempio del bisogno che avevamo di questi innesti. Ho a disposizione dei giocatori non dal curriculum importante: quando parlo di esperienza parlo di giocatori che hanno giocato in diverse società e penso non abbiano bisogno di presentazioni. Si tratta di giocatori che abbiamo trattato sotto traccia. Abbiamo raggiunto degli obiettivi che ci eravamo prefissati. Si tratta di giocatori che sono venuti con altissime motivazioni. San Benedetto non deve aspettare nessuno, chi ci ha detto di voler aspettare non arriverà: non ci saranno prime donne. Sono giocatori importanti che si spaccheranno il culo come i giocatori che ho avuto l’onore di allenare fino ad ora. Davanti cercheremo, se riteniamo che ci sia un elemento utile, un centravanti. A centrocampo siamo in cinque, gioco in tre… Va benissimo. Ho giocatori giovani tipo Candellori che in questo momento convive con qualche problema fisico. Siamo molto attenti sul mercato e abbiamo persone che sanno fare mercato. Bellomo per giocare deve meritarselo allenandosi con grandissima intensità. Nel 3-5-2 può fare l’intermedio poi ci sono diversi segmenti tattici che possono esaltare le sue caratteristiche. Più gioca vicino alla porta più è forte, magari ha poche attitudini alla fase difendente. Nel 3-4-1-2 può essere serenamente un trequarti mentre nel 3-4-3 può essere esterno. Marchi lo avete visto in un centrocampo a due. È uno da ingresso lungo con frequenza e corsa, fa anche fase interditiva. Non gioca sul lungo. Perina è un portiere moderno, molto reattivo e dotato di un mancino forte. Il motivo del suo arrivo è che Aridità ha convissuto a lungo con un problema fisico e il nostro obiettivo è non farci trovare impreparati nel momento del bisogno perciò sarà avvinato a Pegorin che è un portiere di grande prospettiva. C’è una squadra che sta facendo benissimo, se li impiegherò non lo so, ma di certo saranno convocati. Non siamo una squadra in disarmo. Fisicamente stanno bene perciò sono allenati».

Condividi questo post: