Calendario ed entusiasmo per un Natale come non se ne vivevano da anni


Delle quattro partite che precedono la sosta, la Samb ne giocherà tre in casa: l’unica trasferta a Chieti. Intanto, attorno alla squadra di Palladini, il clima è sempre più positivo…

IL NATALE CHE VORREI – Un Natale come non se ne vivevano da anni. Il mese di dicembre sarà un crocevia fondamentale per il campionato della Samb, che dopo tredici giornate viaggia già a +9 su Fano e San Nicolò, prime inseguitrici del girone F. Ma il gruppo allestito inizialmente per Loris Beoni e compattatosi attorno alla figura di Ottavio Palladini, nelle prossime giornate, avrà la possibilità di distanziare ulteriormente le avversarie, potendo sfruttare due fattori su tutti: calendario ed entusiasmo.

FATTORE CAMPO – Il programma delle quattro turni venturi sorride ai rossoblù, che saranno di scena al Riviera in 3 match su 4 prima della sosta natalizia: al “Tempio del Tifo” arriveranno in ordine Recanatese ed Olympia Agnonese, poi a chiudere il 2015 ci sarà il confronto diretto col San Nicolò; nel mezzo l'unica trasferta dicembrina in programma, quella all'Angelini di Chieti. Al presidente Franco Fedeli (e non solo a lui) si potrebbero piazzare sotto l'albero regali graditissimi: punti, punti e ancora punti; per fare ciò la Samb non dovrà far altro che dare seguito alla striscia positiva iniziata con Palladini e far valere il fattore campo, mai determinante come a San Benedetto.

LA PASSIONE – Qui entra in gioco il secondo fattore: l'entusiasmo che, attorno alla Samb, sta aumentando di settimana in settimana, di giorno in giorno. Tutta la San Benedetto calcistica sta prendendo coscienza del fatto che il progetto della famiglia Fedeli può essere qualcosa di concreto e lungimirante: ne sono testimonianza, oltre al rendimento della squadra, l'attenzione per la questione stadio (è davvero ora di chiuderla questa benedetta faccenda) e per il settore giovanile. La passione del popolo sambenedettese, poi, non ha bisogno di ulteriori – ed inutili – descrizioni: i 4mila e più che hanno assiepato i gradoni del Riviera ogni due settimane ed i 700 di Jesi, sono lo specchio del calore che solo San Benedetto può trasmettere. Calore che, con Palladini, la Samb ha trasformato anche in energia positiva e non soltanto in pressione come era accaduto con Beoni nelle partite casalinghe. Perché l'opportunità di vivere un Natale speciale passa proprio per le quattro mura e per il prato del Riviera.

Redazione

Condividi questo post: