Bene la difesa, bocciatura per Di Massimo: le pagelle di Santarcangelo-Samb


Aridità dà sicurezza ad un reparto in netto miglioramento: bene Mori e Radi, Di Filippo sicuro sulla destra, N’Tow prudente. Davanti, però, solo Sorrentino si guadagna la sufficienza…

ARIDITA’ 9

Preciso sia negli interventi tra i pali sia nelle uscite alte. Nel finale di primo tempo straordinario sul tiro a botta sicura di Merini e sulla velenosa punizione di Ungaro. Il rigore neutralizzato a Dalla Bona, poi, è il sigillo conclusivo di una partita da assoluto protagonista.

DI FILIPPO 7

Nelle fasi iniziali del match grazie ad una buona diagonale difensiva si fa trovare pronto sulla conclusione di Valentini, deviata di Aridità ma diretta comunque in porta. Prestazione priva di macchie sulla destra.

MORI 6,5

Ininterrotto il confronto sulle palle alte che il difensore ingaggia con Cori. Se nel primo tempo l’attaccante riesce spesso a spuntarla, nei secondi quarantacinque minuti a dominare è lui. Positivo.

RADI 6,5

Merini lo fa soffrire soltanto quando riesce ad attaccarlo in velocità, per il resto il centrale ex Ancona (prossimo a vivere il “derbyno” da ex) si fa trovare pronto. Costretto al fallo da cartellino nel finale per evitare un contropiede.

N’TOW 6

Sarà il timore di scoprire i compagni della difesa, ma il suo contributo in fase offensiva non è il solito. Più propositivo nel finale, ma non basta.

SABATINO 5,5

Perfetta la coordinazione con cui va al tiro sull’assist di Mancuso, ma il suo tiro lambisce la traversa. Provoca il rigore parato da Aridità, anche se il fallo sembra più subirlo che commetterlo su Cesaretti.

BERARDOCCO 5,5

Di palloni ne gioca molti a centrocampo, ma non riesce mai a dare quel quid alla manovra, quel qualcosa che si chiede ad un calciatore delle sue qualità. Anche sfortunato quando per questione di centimetri sfiora il gol da fuori nella ripresa.

LULLI 6

Non è giornata per le sue castagnate (prova un paio di volte ma senza fortuna), ma ciò nonostante tra i tre di centrocampo è quello che con più frequenza cerca di velocizzare l’azione.

MANCUSO 5,5

Dopo essersi perso tra le maglie della difesa casalinga nel primo tempo si accende nella ripresa, quando fornisce anche uno splendido assist per Sabatino. Troppo poco, però, per Mancu-gol.

FIORETTI 5

Tanto sacrificio, ma poca concretezza là davanti: dopo la bella prova col Modena i tempi sembrano maturi (finalmente) per spezzare il digiuno, invece fa registrare un’involuzione che potrebbe riportare Sorrentino a scavalcarlo nelle gerarchie di Palladini.

DI MASSIMO 4,5

Partendo da sinistra si muove spesso verso il centro dell’attacco per togliere riferimenti alla difesa del Sant. Il primo spunto, però, arriva soltanto poco prima della sostituzione con Sorrentino.

SORRENTINO 6

Porta vitalità in un attacco fin troppo statico: con caparbietà mette lo zampino in diverse azioni, anche se è costretto a partire da posizione defilata.

DAMONTE S.V.

Nei minuti finali prende il posto di uno stanco Berardocco posizionandosi davanti alla difesa rossoblù.

TORTOLANO S.V.

Buttato dentro da Palladini quando ormai non c’è più tempo per scardinare l’ordinato Santarcangelo.

Condividi questo post: