Bassano, parla Rosso: «Basta cali di tensione. Gli avversari devono faticare»


Un mese di marzo orribile e un aprile che deve aprirsi in positivo. Questa è la volontà del Bassano che la Samb andrà ad incontrare domenica pomeriggio. Al Mercante i giallorossi vorranno giocarsi le residue chance di ambire al secondo posto, ma per farlo devono mettere i bastoni tra le ruote ai rossoblù di mister Ezio Capuano. La formazione di Colella, nelle ultime sei partite ha incassato la miseria di quattro punti. Non va giù al presidente Stefano Rosso che, tra le pagine del sito ufficiale, spiega:

«Non era facile riprendersi dopo quell’autunno di inferno che abbiamo passato. I ragazzi ed il mister son stati bravi a compattarsi e a trovare una nuova dimensione fatta di agonismo e concretezza, ma l’ultimo mese non l’ho digerito. Sono abbastanza arrabbiato soprattutto per quanto accaduto nell’ultima partita.
Rivedo una squadra impegnata a guardarsi allo specchio. Non lo tollero dopo quello che abbiamo vissuto pochi mesi fa. Continuo a vedere gli stessi errori di atteggiamento sbagliato».

A che cosa dovrà stare attenta la Samb allora? Alle ambizioni e alla volontà del club giallorosso:

«La mia squadra ideale è una squadra che ha sempre fame: i cali di tensione ed i blackout non li sopporto. Basta regalare punti agli altri, devono fare fatica nel prenderseli. Sono poi deluso da quei ragazzi che son qui da anni ed hanno già vissuto questi momenti… Dovrebbero essere loro per primi a riuscire ad anticiparli e a gestirli in campo. Mi aspetto di più soprattutto da loro, perché so che possono farlo. Non ci accontenteremo di arrivare ai playoff: significa arrivarci male e con la mentalità sbagliata. Io voglio un Bassano protagonista. Io ci credo».

Commenti
Condividi questo post: