Atletica, Emma Silvestri ad un solo centesimo dal record italiano nei 600 metri


Gli atleti della Collection Atletica Sambenedettese protagonisti alla manifestazione «Ai confini delle Marche». La Silvestri domina al Palaindoor di Ancona, ottimo anche Alessandro Caccini nel Tetrathlon…

Protagonisti indiscussi i giovani atleti della Collection Atletica Sambenedettese in occasione della sesta edizione del Trofeo “Ai confini delle Marche” svoltasi Domenica 13 marzo al Palaindoor di Ancona, interamente dedicata alla categoria Cadetti (under 16). Infatti ben tre dei quattro successi della rappresentativa marchgiana hanno visto primeggiare i nostri cadetti  che hanno onorato alla grande la maglia della propria Regione. Ancora una volta la stella nascente dell’atletica giovanile italiana Emma Silvestri, allenata da Patrizia Bruni ed Anna Mancini, ha mandato in visibilio gli spalti del Palaindoor di Ancona nei 600 metri, gara che ha condotto sin dal primo metro con un ritmo forsennato e vincendo con 1’34”89, crono di un solo centesimo inferiore al record nazionale di Rossana Morabito ottenuto nel lontano 1984. Si tratta comunque di una performance eccellente considerando che Emma, ancora una volta, è stata costretta a correre in solitario considerando il gap enorme con le sue dirette avversarie e soprattutto ha sbriciolato il record regionale di 1’38”48  siglato nel 2011  da Eleonora Vandi, una delle atlete marchigiane più blasonate a livello nazionale. Emma ha poi effettuato la prima frazione della staffetta 4 x 200 delle Marche dando un decisivo contributo alla squadra che ha vinto la competizione con un crono di 1’45”19 che rappresenta il miglior tempo di sempre relativamente a team regionali composti da atleti in possesso della cittadinanza italiana . Eccellente anche il successo di Alessandro Caccini che compie un vero e proprio capolavoro nel Tetrathlon. Il talentuoso atleta della Collection ha  vinto con 2684 punti al termine di una gara avvincente che lo ha visto conseguire ben 3 personal best sulle quattro prove in programma: 12,53 nel peso ( che è anche record sociale ), 1,59 nell’alto e 3’01”11 nei 1000 metri oltre ad un buon 8”85 nei 60 metri ad ostacoli. Caccini ha messo in fila i migliori atleti di categoria giunti da tutta Italia ed è giunto a soli 139 punti  dal record italiano del tetrathlon Cadetti detenuto da un altro atleta sambenedettese ossia Loris Manojlovic che nel 2013   ottenne 2823 punti. Altro risultato esaltante è stato quello ottenuto da Edoardo Giommarini, seguito dal tecnico Giuseppe Giorgini, che è giunto quarto nel salto con l’asta con la misura di 3 metri e 40 centimetri che eguaglia il record di categoria che dura da ben 23 anni, conseguito nel lontano 1993  dall’ascolano Marco Di Addezio. L’astista sambenedettese, allenato da Giuseppe Giorgini, ha superato la misura di 3,50 per ben due volta ma purtroppo l’asticella è stata abbattuta dall’asta in entrambi i tentativi. Infine da segnalare l’ottimo terzo posto di Arianna Bruno nei 60 metri ad ostacoli con il tempo di 9”90 ed i personal best di Emanuele Mancini nei 60 metri ad ostacoli con 8”97 giunto sesto e di Stefano Cugnigni nel triplo con 11,35 che si è classificato all’ottavo posto, stesso piazzamento conseguito dalla collega Isabel Ruggieri nel triplo cadette. Questi lusinghieri risultati chiudono degnamente una stagione indoor di successi per la Collection Atletica, sicuramente tra le più importanti della storia Sambenedettese. Appuntamento a Porto San Giorgio Domenica 10 marzo per i Campionati Regionali di Staffette di Corsa Campestre.

Condividi questo post: