Aridità: «San Benedetto merita la Serie B, spero che arrivi l’anno prossimo»


All’ombra del Riviera delle Palme ha passato due stagioni. Campionati intensi e, purtroppo connotati da qualche guaio fisico di troppo. Si tratta di Vincenzo Aridità che ha impiegato pochissimo a far breccia nei cuori dei tifosi rossoblù e che, tra le colonne del Resto del Carlino, al collega Pierluigi Capriotti, spiega:

«Sono stati anni fantastici quelli a San Benedetto. Ho conosciuto una piazza dove si respira calcio. Il momento più bello è stato quando, al mio esordio tra novembre e dicembre 2016, ho parato due rigori di fila a Santarcangelo e contro il Pordenone. Purtroppo in questa stagione mi sono infortunato a Teramo e ho impiegato tre mesi per recuperare dal problema al flessore. Appena rientrato in campo ebbi una ricaduta al polpaccio. Da lì la stagione prese una piega inaspettata. La differenza nei play off, tra le sfide contro il Lecce e contro il Cosenza, l’ha fatta la classifica. L’anno scorso avevamo meno possibilità, ma ci condannarono solo gli episodi. Quest’anno ci credevamo di più, specie dopo la vittoria contro il Piacenza. Purtroppo abbiamo incrociato il Cosenza che ha dimostrato di essere una delle squadre più in forma. Spero che la Samb vinca il campionato: la Serie B è l’ambiente più adatto a questa piazza».

Condividi questo post: