Rapisarda: «Alla Samb non potevo dire di no. Bello vestire questa maglia»


Un passo indietro. Prima di diventare il “trattore” della fascia rossoblù sambenedettese arava quella di Lumezzane. Un bel salto se si parla di ambiente ed ambizioni per Rapisarda. Ecco le sue parole a VeraTv

«A livello ambientale a Lumezzane ho sofferto il freddo. A parte gli scherzi: mi sono trovato molto bene e ho fatto amicizia con tante persone del posto. Ho deciso, nel corso del mercato di gennaio, di andare via da lì e c’erano un paio di miei compagni tra cui Bacio Terracino e Genevier, i più rappresentativi, che guidavano un po’ noi ragazzi più giovani. Quando è arrivata la chiamata da San Benedetto non ho potuto dire di no. Certamente rispetto a quello di Lumezzane questo è un ambiente diverso: qui senti sempre la passione della gente ed è bellissimo poter vestire questa maglia».

Redazione

Commenti
CHIUDI