Gianni sulle strutture: «Il Ballarin? Un sogno vedere lì nostro settore giovanile»


Uno dei problemi atavici della Samb, ormai è tristemente noto, sono le strutture di allenamento. La società, nell’estate, ha stretto un accordo con l’Agraria Club per allenarsi al Sabatino d’Angelo, lasciando aperto un eventuale spiraglio anche per il prossimo futuro. Ma resta in ballo un altro discorso che riguarda quello che, ad oggi, è un vecchio rudere: il Ballarin. Il direttore generale Andrea Gianni spiega:

«Il problema delle strutture a San Benedetto si protrae ormai da anni, stiamo studiando diverse soluzioni che permettano alla Samb di avere qualcosa di duraturo. Nessuna società cresce senza settore giovanile, il settore giovanile non cresce senza strutture. Il Ballarin era un discorso aperto. Credo che il problema più grande sia la miriade di persone che la pensa diversamente in merito al rifacimento dello stadio. Noi sappiamo che rappresenta la storia di questa società e vogliamo che torni ad essere così. La società Samb è disposta al rifacimento del manto e degli spogliatoi, dietro attribuzione ventennale per accedere al credito sportivo. Far entrare i nostri giovani in quello stadio sarebbe fondamentale. La decisione spetta comunque al Comune che deve dare alla Samb l’uso esclusivo».