Venezia inarrestabile, cuore Parma. Maceratese e Ancona stentano ancora…


Risultati e commenti di tutte le gare della quinta giornata. La Maceratese non sa vincere, l’Ancona sprofonda nella crisi (anche societaria). Boccata d’ossigeno per il Teramo…

ANCONA – VENEZIA 0-1

Crisi dorica e lagunari che spadroneggiano al Del Conero con il tabellino che riporta ben quattro espulsioni. Andiamo con ordine: parte bene il Venezia con un paio di sfuriate nella metà campo dell’Ancona, verso il 20’ escono fuori anche i padroni di casa che non riescono a sfondare. Il match è equilibrato fino alla mezz’ora quando viene sbattuto fuori Garofalo (Ven) per condotta violenta nei confronti di Barilaro, a contorno le proteste dei lagunari per un rigore non concesso. Padroni di casa che provano a sfruttare la superiorità, ma senza mai concretizzare. Ad inizio ripresa finisce fuori il tecnico del Venezia, Filippo Inzaghi, per proteste. Inizia il monologo ospite che si concretizza nella rete di Marsura al 66’. Scintille nel finale di gara con Momentè (Anc) che si fa espellere all’85’ per proteste, lo segue Baldanzeddu (Ven) che si scontra con Moi. Al 94’ c’è tempo per l’ultimo rosso ai danni di Moreo (Ven).

ALBINOLEFFE – MANTOVA 1-0

Il Mantova è leggero a Bergamo, ma la vittoria dei padroni di casa arriva solo sul finale di gara grazie ad un rigore. Il match scorre via in maniera piuttosto equilibrata, con gli ospiti bravi a creare qualche occasione pericolosa, senza riuscire a sublimare. Dal canto suo, l’Albinoleffe, gioca una gara concedendo il minimo sindacale, ma trovando la vittoria al 90’ con un penalty trasformato da Virdis.

FERALPISALÓ – GUBBIO 0-1

Archiviata la sconfitta casalinga patita contro la Sambenedettese, il Gubbio di Magi continua a macinare eccellenti risultati. Vittima di giornata è il Feralpisalò che si deve inginocchiare ai rossoblù bravi a trovare il vantaggio al 37’ con Valagussa. Volpe si fa perdonare la papera di martedì, che ha permesso alla Samb di segnare il 2 a 1, salvando il risultato parando un rigore ai padroni di casa al 90’.

LUMEZZANE – BASSANO VIRTUS 2-1

È una doppietta dell’attaccante napoletano Antonio Bacio Terracino a regalare, quasi a sorpresa, i tre punti al Lumezzane. Scivolone del Bassano che incassa la prima sconfitta in campionato. Rompe gli equilibri la prima rete di Bacio Terracino al 37’ e si va al riposo con il vantaggio casalingo. Il rientro in campo vede un Bassano più deciso tanto da riuscire a trovare il pari al 68’ con Grandolfo. Non molla il Lumezzane che tornano avanti al 72’ e chiudono i conti.

PADOVA – MACERATESE 1-1

Anatomia di un pari che sa di sconfitta, questo è il riassunto del match tra i biancoscudati e i maceratesi di mister Giunti. Sono i padroni di casa a creare maggiori grattacapi alla retroguardia ospite, tanto da trovare il meritato vantaggio dopo ventuno minuti di gioco con Dettori. Non è un dominio totale, quello del Padova, ma le reazioni della Rata si contano veramente sulle dita di una mano. Al 77’ viene concesso un rigore ai padovani e si presenta sul dischetto Altinier, dopo essersi procurato la massima punizione. Il tiro è centrale e Forte para. Oltre al danno, la beffa: nell’assalto finale, in pieno recupero, Palmieri trasforma in oro un cross di Malaccari e fissa il risultato sull’1 a 1.

PORDENONE – PARMA 2-4

Quella andata in scena al Bottecchia è una tipica gara che fa fare pace con il calcio. C’è il Parma di Apolloni, ma i padroni di casa non hanno timori reverenziali e passano subito in vantaggio con un rigore di Arma al 2’ (ingenuo fallo di mano di Lucarelli). I padroni di casa sembrano avere il controllo del match fino al 39’ quando Calaiò si trasforma in rapace d’area: il suo colpo di testa colpisce il palo. Inizio ripresa shock per i crociati che assistono al raddoppio, sempre di Arma. Esce fuori il piglio della grande squadra e gli uomini di Apolloni alzano la testa: accorcia le distanze al 58’ Nocciolini che  si ripete due minuti dopo. Non mollano un millimetro i parmensi e Nocciolini trova il tris approfittando di una traversa colpita da Calaiò, che andrà a segno al 4’ di recupero.

SANTARCANGELO – TERAMO 1-1

Pare far effetto la cura Onofri al Teramo che, in trasferta, tocca la vittoria, salvo lasciarsela sfuggire ad un passo dalla conclusione. Ci vogliono 86 minuti perché la situazione si sblocchi, in favore degli abruzzesi, con Sansovini  che mette in rete dopo una azione in solitaria di Ilari. Il Santarcangelo non molla nel recupero trova il pari con Cori.

SUDTIROL – FORLÍ 1-1

Il Forlì torna a casa con un prezioso punto in tasca e ringrazia la magnanimità degli altoatesini. Bardelloni porta avanti il Forlì nel primo tempo, dopo un iniziale dominio dei padroni di casa. Nella ripresa arriva la reazione del SudTirol che trova il pari grazie a Sparacello e rischia anche il raddoppio, non fosse per la traversa a strozzare in gola il grido di gioia.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: