Solo tanto nervosismo: Fano-Samb 0-0. LA CRONACA DEL PRIMO TEMPO


FANO – SAMB
MARCATORI

LE FORMAZIONI
FANO (3-5-2): Thiam; Sosa, Gattari, Magli; Pellegrini, Mawuli, Lazzari, Schiavoni, Fautario; Germinale, Fioretti. A disp. Nobile, Fabbri, Soprano, Gasperi, Danza, Filippini, Melandri, Lanini, Udoh, Varano, Rolfini, Troianiello. All. Brevi.
SAMB (3-4-3): Perina; Conson, Miceli, Patti; Mattia, Marchi, Gelonese, Tomi; Esposito, Miracoli, Bellomo A disp. Pegorin, Ceka, Di Massimo, Bove, Stanco, Di Pasquale, Demofonti, Candellori, Valente, Austoni, D’Intino. All. Capuano.
ARBITRO: Andrea Zanonato di Vicenza (Gualtieri-Massimino).
ESPULSI:
AMMONITI: 40’pt Mawuli,
ANGOLI: 1-1.
RECUPERI:
NOTE: Freddo e pioggia, il Mancini si presenta appesantito, ma in buone condizioni. Samb in completo grigio con innesti rossoblù, Fano in tenuta granata.

Testacoda: la seconda della classe va ad esibirsi in casa del fanalino di coda Fano. I granata di Brevi vogliono scrollarsi il peso dell’ultima posizione,  i rossoblù vogliono regalarsi la piazza d’onore in chiave playoff. La gara si presenta subito nervosa, diversi sono gli interventi tra i giocatori in campo proprio al limite del cartellino giallo. Zanonato lascia correre molto. Al 18’ Tomi si presenta a battere un calcio di punizione dall’esterno dell’area ospite, proprio sotto il settore occupato dai tifosi rossoblù. La sventagliata è preda di Diego Conson che di testa infila alle spalle di Thiam. Qui interviene il direttore di gara annullando la rete, probabilmente, per fallo in attacco. Non passano due minuti che il Fano vuole ritagliarsi un ruolo da protagonista in campo. Da corner Lazzari trova in area Germinale che prova la conclusione area. Perina si supera volando a deviare sopra la traversa. Si continua a giocare poco, ci si mena un po’ di più. Il refrain è lo scontro in difesa tra Germinale e Patti che si prendono e lasciano come due amanti tormentati. Dalla parte opposta Miracoli, Esposito e Bellomo si scontrano con il muro difensivo granata. Poco dopo la mezz’ora Tomi ci prova, di nuovo, su calcio di punizione da posizione molto invitante. Peccato, la conclusione vola troppo alta sopra la testa di Thiam. Dopo uno scambio di cortesie davanti alla panchina della Samb, scatenate da un intervento poco gentile di Bellomo. Si chiude col brivido la prima frazione quando Fautario prova un mancino al volo da lunghissima distanza facendo correre i brividi sulla schiena di Perina.

Condividi questo post: