Salvo il Castelfidardo, giù la Folgore Veregra. Spareggio salvezza Isernia-Monticelli


Nell’ultimo turno di campionato si sono risolte le questioni legate alla parte bassa della classifica: folgorini condannati all’Eccellenza, ascolani ai play out…

ULTIMA GIORNATA – Parafrasando un nostalgico “Clamoroso al Cibali” si può descrivere l’esito del match tra Monticelli e Giulianova. Gli abruzzesi, già retrocessi, escono dal Del Duca con tre punti conquistati in rimonta grazie ad un generoso forcing nel finale di gara. Aprono le danze i giuliesi con Ferrante alla mezz’ora, ma quando ancora riecheggia l’urlo delle celebrazioni, i padroni di casa trovano l’1 a 1 con Filiaggi che poi si ripete dopo dieci minuti della seconda frazione di gioco. L’orgoglio è forte nei calciatori del Giulianova che prima trovano il pari al minuto 80 con Pellecchia, poi chiudono con Giampaolo in pieno recupero. Score finale: 2 a 3. Nel derby molisano la spunta il Campobasso che condanna l’Isernia allo spareggio salvezza: la doppietta dell’ex Samb Alessandro getta gli ospiti nel baratro. Scontro diretto era quello tra Castelfidardo e Folgore Veregra che, nonostante una strenua resistenza, deve arrendersi alla forza dei padroni di casa. Ganci porta in vantaggio i biancoverdi al 18’, ma Sbarbati tiene a galla i suoi pareggiando dieci minuti dopo. A cinque minuti dal termine è Minnozzi a condannare i veregrensi all’Eccellenza. L’altro derby di giornata si risolve in favore del Fano che regola la Vis Pesaro al Benelli. Borrelli e Ambrosini regalano la vittoria ai fanesi calando anche un pesante biglietto da visita alla Fermana, prossima avversaria nei playoff. Canarini vincenti sulla retrocessa Amiternina per 2 a 0 grazie ai gol di Cremona in avvio di match e Pero Nullo al 27’. Il Chieti chiude il campionato sulla scia dell’entusiasmo post vittoria a San Benedetto con un bel poker alla Jesina: in rete vanno Barone (2),Fiore e Dos Santos, che rovina la festa a Mario Titone nella classifica marcatori. Il Matelica torna alla vittoria, guarda caso, grazie anche alla marcatura di Esposito, sempre più lontano, però, dai colori biancorossi nella prossima stagione. Il bomber molisano e Jachetta regolano l’Olympia Agnonese (salva) che va in gol con Gragnoli. Porte chiuse per Avezzano Recanatese, gara che ha regalato molte emozioni visti gli otto gol segnati. Vantaggio leopardiano al 7’ con una punizione di Angelilli, Moro risponde e gli fa eco Censori al 14’ seguito a ruota da Puglia al 16’; 3 a 1. Miani accorcia in chiusura di primo tempo. Nella ripresa in gol va Garcia al 60’, pari, ma l’Avezzano torna in testa al 75’, chiude i conti Di Genova per il 5 a 3. In chiusura c’è l’altro match che poco, se non per le statistiche, ha da raccontare. La Samb rifila il poker al San Nicolò: gol di Sorrentino prima e Titone poi, ripresa con Sabatino e Casavecchia per dilagare tornando a San Benedetto con l’imbattibilità in trasferta nelle tasche.

FINE STAGIONE – I prossimi appuntamenti vedranno la Samb scontrarsi nella poule scudetto, che inizierà domenica 15 maggio, contro Parma e Gubbio. Nei playoff si sfideranno, in gara unica, Fano – Fermana e Campobasso – Matelica. Lo spareggio salvezza è tra Isernia e Monticelli; retrocedono Folgore Veregra, Giulianova ed Amiternina.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: