Roselli: «La classifica? Non la guardo, voglio che i ragazzi migliorino continuamente»



La vittoria contro la Fermana al Riviera delle Palme mina la sicurezza dei canarini e aumenta l’autostima della Samb che si proietta verso l’ultima gara di campionato in quel di Meda contro il Renate di mister Diana. La classifica rossoblù si fa decisamente più rosea rispetto ad un anno fa dove si guardavano gli avversari del Girone B dal basso verso l’alto. Mister Roselli non illude e non si illude:


«Come nel momento difficile non pensavo all’ultimo posto, oggi non penso ad altre posizioni di classifica. Per me non esistono: voglio solo vedere i miei giocatori migliorare costantemente. La squadra deve essere compatta sia a livello di gruppo che a livello mentale. Stiamo vivendo un momento, sia di gioco che di risultati, estremamente positivo e spero che continui perché psicologicamente è un qualcosa che incide molto. Durante la sosta spero di fare almeno un paio di giorni con la testa libera, ma so già che non sarà così. Il problema che avremo al rientro sarà riportare i giocatori reduci da infortuni (Biondi, Stanco e Bove) ad un importante minutaggio nelle gambe: questo potrebbe costringerci ad una flessione, fisiologica, del gioco e dei risultati e lì si vedrà veramente la nostra forza nel reagire».

Condividi questo post: