Princivalli: «La classifica dice la verità. Sudtirol secondo? Più costante»


TRIESTINA-SAMB È 1-1: LA CRONACA

SAMB, CONTINUA IL SILENZIO STAMPA

NICOLA PRINCIVALLI (All. Triestina): «Ora siamo qui tutti a mangiarci le mani. Quando giocavo mi arrabbiavo sempre per le varie situazioni, ma alla fine del campionato tutto si bilancia. Questa è stata la conclusione di un’annata piena di rimpianti. Anche oggi, in una prestazione ottima, abbiamo portato a casa il sedicesimo pareggio figlio di questi dieci mesi di lavoro che non ci hanno portato ad un obiettivo pienamente alla nostra portata. Non è l’errore del portiere che ci condanna, è la stagione che si rispecchia in quell’errore. Bisogna pensare che la Triestina è una squadra ripescata e questa società ha fatto molto per questa città. Il nostro primo obiettivo era fare più punti possibili per poter conquistare la salvezza. Purtroppo non siamo riusciti ad infilare un secondo obiettivo che era alla nostra portata ed erano i playoff. C’è stata imprecisione da tutte e due le parti ma s’è giocata questa partita con ambizioni importanti ed è stata bella per chi l’ha vista. Negli ultimi due mesi il Sudtirol ha dimostrato di meritare il secondo posto per la costanza: chiaro, chi era davanti dovrà mangiarsi le mani, Reggiana compresa. La classifica finale è giusta e rispecchia i valori. Tutti abbiamo commesso degli errori, io per primo. Questa esperienza, per me, è stata dura ma bellissima e mi ha dato tanto in termini di gestione dei ragazzi ed esperienza».

Redazione

FOTO: www.triestecafe.it

Condividi questo post: