Mattia guarda al Modena: «Dobbiamo avere più fame di loro». Sul rinnovo: «Voglio restare»


Il centrale difensivo, scuola Lazio, si è ritrovato vicino Davide Di Pasquale, autore di una prestazione maiuscola, ma insolito compagno di banco: «Ci conosciamo bene e ci aiutiamo molto»…

Il pareggio rimediato a Bergamo, buono per tenere gli inseguitori a distanza, ma non abbastanza per impensierire il Gubbio, assicura la seconda gara con un risultato positivo alla Samb dopo la caduta di Teramo:
«Siamo usciti dal campo con un buon punto ottenuto contro una squadra forte. Nel primo e nel secondo tempo si è visto, in campo, che loro avevano la voglia di ottenere la vittoria anche se nella ripresa abbiamo tirato fuori il carattere e ci siamo fatti valere in tutte le zone del campo. Nonostante aver giocato meglio degli avversari non siamo riusciti ad andare oltre lo 0 a 0».
L'analisi del risultato spetta a Simone Mattia, nuovo baluardo difensivo rossoblù:
«Il risultato è positivo, un pareggio è sempre meglio di una sconfitta ma la Samb gioca sempre per ottenere tre punti. Continuiamo la corsa verso i playoff e cercheremo di affrontare al meglio le partite che mancano da adesso alla fine. Dobbiamo pensare solo ai nostri risultati senza guardare classifica o avversari».
Mattia, che ha preso il posto dell'esperto Radi in quello che sembra un avvicendamento generazionale, si è ritrovato vicino Davide Di Pasquale. Presenza insolita, ma con Mori ai box fino alla fine della stagione potrebbe non essere l'unica uscita in cui il duo difensivo dovrà sprangare la porta agli avversari:
«Io e Di Pasquale ci conosciamo e ci alleniamo insieme tutti i giorni, siamo scesi in campo senza il preconcetto che fossimo giovani o altro. Non ho avuto difficoltà con lui e si è comportato nel modo giusto, insieme abbiamo fatto una buona prestazione e zero gol incassati non sono un caso. Ognuno ha richiamato la difesa e nessuno di noi due voleva prevalere sull’altro che è una cosa che avrebbe portato negatività, al contrario, ci siamo dati una mano. In un gruppo c’è bisogno dei giovani, degli esperti… di tutti insomma. Con la rosa a disposizione il mister sta facendo scelte che vanno a premiare il lavoro settimanale. Davanti c’è stata forse meno brillantezza, ma non si può rimproverare nessuno perchè hanno fatto un gran lavoro di rincorsa, copertura e chiusura che non traspare da fuori magari, ma che ci aiuta tantissimo in difesa».
Sabato si farà visita nella tana del toro di mister Ezio Capuano. Il Modena è un avversario tosto:
«Tutte le partite sono difficili ma noi vogliamo sempre vincerle. Ci stiamo preparando al meglio: andremo a Modena e vogliamo tornare a casa con tre punti. La nostra fame dovrà essere più grande rispetto alla loro. Stanno spingendo molto nell’ultimo periodo e forse è questa la loro più grande forza».
Capitolo rinnovo. Con Mattia non dovrbbero esserci problemi vista la politica "verde" della società, fortemente interessata a blindare i giovani:
«Non ne abbiamo ancora parlato. Per me sarebbe molto bello restare a San Benedetto che è una piazza fantastica. Ho dato tutti i segnali».

Domenico del Zompo

Condividi questo post: