Fedeli-L’Aquila, discorso secondario: «Se resto alla Samb lì potrei dare una mano»



L’asse Pomezia-San Benedetto è stato molto caldo negli ultimi anni, da quando Franco Fedeli ha preso il timone della Samb. Negli ultimi giorni, però, sembrava si stessero creando i presupposti per spostarlo più a sud e prevedere come collegamento L’Aquila al posto della Riviera delle Palme. Questo perché, nei giorni in cui il presidente rossoblù sta trattando con più personaggi la cessione di tutte o alcune quote della società, dal territorio abruzzese c’è chi gli ha proposto di avvicinarsi alla causa aquilana. La formazione del capoluogo ha appena centrato la promozione dalla Prima Categoria alla Promozione, ma nel caso in cui Fedeli dovesse restare al comando della Samb (con Paris socio al 25%) l’interesse per L’Aquila potrebbe essere secondario. «Mi hanno chiamato i dirigenti dell’Aquila, ho visitato lo stadio e mi piace l’ambiente – ha detto Fedeli in un’intervista al Corriere Adriatico -. Se lascio la Samb, rileverò il club abruzzese. Se non vado via da San Benedetto, mi limiterò a dare una mano».


Condividi questo post: