Capuano-Palladini destini incrociati: il precedente più di un anno fa al Riviera


È passato più di un anno ormai da quando Eziolino Capuano è passato per San Benedetto alla guida del suo Modena. In realtà meno, ma la giustizia sportiva ha cancellato la gara d’esordio dei rossoblù insieme allo storico club gialloblù.

Il tecnico di Pescopagano, a Modena, subentrò a Pavan il 28 novembre del 2016 proprio all’alba della trasferta in terra sambenedettese. Quando si dice il destino certe volte… Per l’occasione il tempo a disposizione dell’allenatore era più che risicato e si presentò al Riviera senza particolari rivoluzioni se non dopo aver apportato quello che è il suo marchio di fabbrica: i calci piazzati. Dopo il rocambolesco vantaggio rossoblù (manco a dirlo) ad opera di Mancuso, arrivò il pari canarino. Punizione sulla trequarti, scambio rapido e palla a Basso che infila Aridità.

Oggi, a due anni di distanza da quel precedente, Ezio Capuano ed Ottavio Palladini tornano ad incrociare i guantoni. L’allenatore rossoblù, sotto il mirino delle critiche di Franco Fedeli, che in versione decisamente più light interessarono anche l’ex numero 4 sambenedettese, sta portando ai playoff la squadra provando a passare dal secondo posto. Palladini non ebbe la possibilità, lasciando il posto vacante a dicembre del 2016. Ora deve combattere con il suo Teramo per centrare una tranquilla salvezza e la speranza dei suoi tifosi è quella che non sia proprio il Riviera delle Palme, che tanto lo ha acclamato in passato, teatro di questo.

Commenti
Condividi questo post: