Ancora Mancuso, ancora una vittoria in trasferta: la Samb passa 1-0 a Forlì


FORLì – SAMB 0-1

MARCATORE: 23’pt Mancuso

LE FORMAZIONI

FORLI’ (3-5-2): Turrin; Vesi, Cammaroto, Conson; Tentoni, Capellupo, Tonelli, Spinosa, Franchetti [22’st Alimi]; Capellini [9’st Parigi], Bardelloni. A disposizione: Baldassarri, Baschirotto, Ferretti, Piccoli, Ricci Frabattista, Di Rocco, Croci, Sereni, Nisi. Allenatore: Massimo Gadda.

SAMB (4-3-3): Frison; Di Filippo, Ferrario [37’pt Mori], Radi, Pezzotti; Sabatino, Berardocco [33’st Damonte], Lulli; Di Massimo [22’st Tortolano], Sorrentino, Mancuso. A disposizione: Raccichini, Pegorin, Di Pasquale, Crescenzo, Candellori, Tavanti, Mattia, Vallocchia, Fioretti, Damonte. Allenatore: Ottavio Palladini.

ARBITRO: Matteo Gariglio di Pinerolo (Cassarà di Cuneo e Fusco di Torino).

AMMONITI: 12’pt Di Filippo, 29’st Alimi

ANGOLI: 5-1

RECUPERI: 2’ – 4’

NOTE: Cielo sereno e temperatura di circa 17 gradi. Terreno di gioco in discrete condizioni. Samb in completo verde e Forlì in tenuta biancorossa. Spettatori presenti 1200 di cui 250 da San Benedetto.

I rossoblù centrano il terzo successo consecutivo (tre vittorie su tre lontano dal Riviera) e salgono al terzo posto in classifica. Decide ancora una volta il numero sette…

FORLì – SAMB 0-1

MARCATORE: 23’pt Mancuso

FORLI’ (3-5-2): Turrin; Vesi, Cammaroto, Conson; Tentoni, Capellupo, Tonelli, Spinosa, Franchetti [22’st Alimi]; Capellini [9’st Parigi], Bardelloni. A disposizione: Baldassarri, Baschirotto, Ferretti, Piccoli, Ricci Frabattista, Di Rocco, Croci, Sereni, Nisi. Allenatore: Massimo Gadda.

SAMB (4-3-3): Frison; Di Filippo, Ferrario [37’pt Mori], Radi, Pezzotti; Sabatino, Berardocco [33’st Damonte], Lulli; Di Massimo [22’st Tortolano], Sorrentino, Mancuso. A disposizione: Raccichini, Pegorin, Di Pasquale, Crescenzo, Candellori, Tavanti, Mattia, Vallocchia, Fioretti, Damonte. Allenatore: Ottavio Palladini.

ARBITRO: Matteo Gariglio di Pinerolo (Cassarà di Cuneo e Fusco di Torino).

erza vittoria consecutiva per la Samb che al Morgagni si impone su un Forlì troppo leggero per poter sperare di reggere il confronto e pericoloso soltanto nel finale, quando diversi rossoblù sono andati in debito d’ossigeno in seguito ad un primo tempo di alto livello.

Palladini chiede concentrazione ai suoi per dare seguito al gioco e ai risultati per continuare a macinare punti in vista del trittico di fuoco Parma-Venezia-Padova. Gadda schiera un rodato 3-5-2 per arginare le bocche di fuoco sambenedettesi: in fase di non possesso la difesa si sistema con cinque elementi effettivi grazie alla copertura di Franchetti e Tentoni. Il match è vivo già dalle prime battute con gli ospiti subito pericolosi con una conclusione potente, ma imprecisa, di Mancuso. I rossoblù si trovano a meraviglia e il gioco imposto mette in difficoltà il Forlì che, nel primo tempo, non riesce mai ad impensierire Frison. Al 19’ c’è la prima occasione clamorosa e viene dai piedi di Mancuso: percussione insistita di Lulli che si accentra dalla sinistra, entrano Sabatino e Sorrentino in area, ma la rasoiata è per il numero 7 che, in corsa, mette fuori di un soffio. Serie di azioni insistite degli uomini di Palladini con Di Massimo, bravo a sfruttare un assist di Sorrentino di testa. Franchetti salva proprio sulla linea in rovesciata. Lo strapotere rossoblù è evidente e trova concretezza nel vantaggio: un lancio innocuo è preda facile di Turrin che aspetta la sfera al limite. Sorrentino, come un falco, la tocca con la punta del piede mettendola davanti a Mancuso che non deve far altro che spingerla nella porta vuota: 1 a 0. Primo tempo a tinte rossoblù con i padroni di casa incapaci di ogni reazione: diverse sono le occasioni non sfruttate dalla Samb al confronto della leggerezza offensiva degli avversari. La ripresa segue lo stesso canovaccio tattico del primo tempo: i padroni di casa soffrono, tanto, quindi affidano ogni speranza di far male ai rossoblù a rare folate di qualche singolo come la botta di Bardelloni, l’elemento più pericoloso tra i suoi, al 21’. Un minuto dopo ancora Forlì avanti: pallone vagante in area su cui si avventa il solito Bardelloni, la conclusione è debole e Pezzotti, ben appostato, spazza. Gioco che torna in mano ai rossoblù con la rapida sortita portata da Sabatino che entra in area e conclude, Turrin devia e Mancuso non riesce a trovare la porta sulla ribattuta. Nota a margine, nel secondo tempo è il duello rusticano tra Sorrentino e Conson con il difensore napoletano francobollato all’avanti, vero guastatore nella difesa biancorossa. Cambia Gadda che prova a schierare un più offensivo 4-1-3-2, ma la Samb è saggiamente coperta. Il tempo scorre con i padroni di casa, nonostante cambi di modulo e sostituzioni, impotenti, al cospetto di una bella Samb tutto cuore e grinta. L’occasione più pericolosa del Forlì capita sui piedi di Spinosa che trova il varco nella difesa avversaria, ma cincischia troppo al limite dell’area piccola dando tutto il tempo a Frison di disinnescare. Palladini si alza dalla panchina e cerca di spronare i suoi a chiudere il match dopo un secondo tempo passato a controllare il gioco arginando l’avversario con grande sacrificio. Il triplice fischio del direttore di gara mette fine alla contesa con la Samb che va a prendersi gli applausi dei tifosi e il Forlì costretto a leccarsi le ferite.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: