Samb, Moneti e De Sarlo non presenteranno l’offerta



I CALCIATORI SI TAGLIANO GLI STIPENDI

Il gruppo imprenditoriale capeggiato da Gianni Moneti e Antonio De Sarlo non presenterà un’offerta di acquisto per la Samb. A darne notizia, nelle ultime ore, sono stati i diretti interessati. «Eravamo pronti a presentare l’offerta per l’acquisto del club – ha detto Moneti al Resto del Carlino, spiegando che il passo indietro (per ora, perché potrebbe poi esserci sempre l’asta fallimentare, ndr) è dettato dal caso relativo alle fidejussioni -. In pratica i soldi della fidejussione chissà quando li incasseremo e invece noi dovremmo approntare i 730.000 euro in anticipo. Si sostiene che chi acquista il titolo sportivo deve pagare tutto ma non è così». Dunque il gruppo rappresentato dall’ex presidente della Samb e dall’imprenditore campano De Sarlo non presenterà un’offerta di acquisto in Tribunale. Se lo stesso comportamento verrà adottato anche dagli altri soggetti che in queste ultime settimane si sono interessati al club rossoblù (ad esempio il gruppo rappresentato da Manolo Bucci) allora il Tribunale potrebbe convocare un’asta fallimentare per provare a determinare la vendita della Samb.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti
Condividi questo post: