Futuro più chiaro prima dei play off?


Moneti, a Campobasso, ha parlato di alcune trattative, rimarcando come l’obiettivo sia arrivare ad un accordo entro la fine del campionato. Ma si può trovare un nuovo assetto societario prima di sapere in che categoria giocherà la Samb l’anno prossimo? E Bucci che fa?

Andando a considerare soltanto le 34 giornate di campionato, senza considerare i play off, si può certamente dire che la stagione calcistica sta per giungere al termine. Nel pazzo mondo Samb, però, i mesi di aprile e maggio sono spesso coincisi con l'inizio della fase più delicata ed importante dell'annata: quella relativa alle grandi manovre societarie.

 

LE PAROLE DI MONETI – Al termine della partita con il Campobasso è intervenuto il co-presidente Gianni Moneti. Il numero uno della Samb ha voluto fare il punto sulla bella vittoria ottenuta in terra molisana, rimarcando come si fosse resa necessaria una reazione dopo la pesante sconfitta casalinga con la Vis Pesaro. Inevitabile, però, è stato anche un passaggio sulle varie trattative che si stanno intavolando per cercare di rafforzare il sodalizio rossoblù. “Ci sono varie possibilità su cui stiamo lavorando – ha detto Moneti – speriamo di arrivare ad una soluzione entro la fine del campionato”. Nessun nome fatto dal presidente.

 

DUE NODI – Due, però, sono gli interrogativi che ad ora sono senza risposta. Il primo è relativo alle tempistiche. Moneti punta ad un accordo con i potenziali nuovi soci entro il termine della regular season, dunque prima dei play off; ma sarà davvero così facile concludere una trattativa con gli spareggi ancora da giocare e senza sapere in quale campionato militerà la Samb? C'è poi la situazione a Manolo Bucci. L'altro co-presidente nel corso del suo ultimo intervento pubblico (la conferenza fiume assieme proprio a Moneti) aveva lamentato il totale disinteresse di imprenditori locali e politica. Di lì in poi, un lunghissimo silenzio. Silenzio che non ha di certo aiutato a delineare un quadro societario preciso anche per il futuro. Bucci ci sarà anche l'anno prossimo? Ecco il secondo interrogativo senza risposta. Almeno per ora.

 

Daniele Bollettini

Condividi questo post: