La gioia di Pegorin: «Bello rientrare dopo 10 mesi. Sfortuna sul gol subito»


LA SAMB ELIMINA IL FANO AI CALCI DI RIGORE: LA CRONACA

ROSELLI: «SONO CONTENTO PER I RAGAZZI»


FABIO PEGORIN (Port. Samb): «Sono stato fuori dieci mesi, un bel rientro. La scorsa stagione ho giocato sei partite, poi è successo quello che è successo e sono rimasto fuori. L’ultima ufficiale è stata contro la Feralpisalò a gennaio se non ricordo male. Il gol devo rivederlo, così a mente neanche ce l’ho chiaro. So che Filippini ha fatto uno stop della Madonna: è partito convinto che la palla si allungasse, l’ha portata e ha tirato, poi sono stato un po’ sfortunato perché la palla mi è passata sotto l’ascella… Però siamo stati dei leoni. Il rigore parato? Beh, quelli sono un terno al lotto lo sappiamo tutti. Non si ingrana? Non credo. Quando ci sono tanti ragazzi nuovi è normale, ma io vedo una Samb che ogni anno mette un mattoncino in più; non dobbiamo soffermarci sugli ultimi risultati o sul periodo che, secondo me, è passato. Sarà il campo a parlare. Con Sala e Rinaldi va benissimo: siamo tre portieri molto legati e uniti e proviamo sempre a migliorarci, poi ci sta sempre la competizione, è normale dappertutto. La gente confida in me? Vuol dire che qualcosa di buono l’ho fatto… Per questo sono veramente felice, potessi fare un ringraziamento scritto non mi basterebbe tutto il Lungomare. Il cambio tra Magi e Roselli ha portato dei cambiamenti, il mister ha le sue idee e ora sta a noi metterle in pratica in campo».


Condividi questo post: