Lacrime Porto d’Ascoli, il Classe vince 4-2 al Ciarrocchi. LA CRONACA


PORTO D’ASCOLI-CLASSE 2-4
PORTO D’ASCOLI (4-4-2): Di Nardo; Leopardi, Ciotti, Sensi, Trawally, Antonelli, Schiavi (27′ st Gabrielli), Rossi, Renzi; Rosa, Minnozzi. A disp. Verissimo, Gregonelli, Massi, D’Alò, Pizi, Gagliardi. All. Sante Alfonsi.
CLASSE (4-3-3): Bovo; Larese, Succi, Ceroni, Valenza (24′ st Rocchi Andrea); De Rose, Ferri, Rocchi Michael; Noschese, Dell’Agata, Trovato (14′ st Callegari). A disp. Lami, Gristofani, Rocchi Andrea, Meoni, Montemaggi, Moscato. All. Stefano Evangelisti.

Arbitro: Sergio Palmieri di Conegliano (Colonna-Marollo).
Reti: 40′ Succi, 41′ Rosa, 17′ st Minnozzi, 28′ st Noschese, 39′ st Dell’Agata, 47′ st Callegari

Note. Spettatori: 700; espulso al 44′ st Ciotti per rosso diretto; ammoniti: Schiavi, Bovo, Leopardi, Gabrielli; angoli: 4-5; recupero: 4’+5′.

Si ferma il sogno chiamato Serie D del Porto d’Ascoli che nella gara di ritorno del ‘Ciarrocchi’ contro il Classe subisce una sconfitta per 4-2 e vanifica la vittoria dell’andata. Niente da dire sul risultato visto che gli uomini di Alfonsi non hanno giocato come loro solito e si sono trovati di fronte una formazione scesa nelle Marche con l’intento di provare a ribaltare il pronostico. L’atteggiamento degli ospiti è stato quello giusto sin dall’inizio e non hanno permesso ai biancocelesti di esprimersi al meglio. Rimane il rammarico per una qualificazione sfuggita negli ultimi sei minuti di gioco. CRONACA: Al 9′ Valenza colpisce a botta sicura ma Di Nardo respinge. Al 25′ Trovato manda incredibilmente fuori da pochi passi poi al 33′ Noschese dalla lunga distanza coglie la traversa. Al 40′ il Classe passa: corner dalla destra di Noschese e colpo di testa di Succi che insacca. Neanche il tempo di esultare che 60” dopo il Porto d’Ascoli pareggia con Rosa che sfrutta al meglio un assist di Minnozzi. Nella ripresa, al 17′ è Minnozzi a portare avanti i suoi sfruttando una rimessa lunga di Trawally e mettendo dentro il 28esimo centro stagionale. Il vantaggio dura lo spazio di 11 minuti: corre, infatti, il 28′ quando Noschese pesca il jolly tirando dalla trequarti e trovando l’angolino basso dove Di Nardo non può arrivare. Il Classe ci crede e, al 39′, mette la freccia: cross dalla destra di Larese che pesca tutto solo sul secondo palo Dall’Agata che mette dentro aiutato anche da una deviazione di Leopardi. In pieno recupero il passaggio del turno è suggellato con il quarto gol arrivato al termine di perfetto contropiede finalizzato da Callegari.

CHIUDI