La Samb si gode i primi segnali del vero Russotto


LA SAMB ELIMINA IL FANO AI CALCI DI RIGORE: LA CRONACA

ROSELLI: «SONO CONTENTO PER I RAGAZZI»

Non è stato certamente un match entusiasmante quello di Coppa tra Samb e Fano. Le squadre si sono spartite un tempo a testa, tirando tuttavia la testa nel guscio durante i supplementari. Le incertezze viste in campionato, da entrambe le parti, non sono state rivoluzionate dai cambi di formazione.


Ma una garanzia, tra i rossoblù, si è vista: Andrea Russotto. L’ex Catania è stato impegnato da Roselli sull’out destro con il compito di andare a dar man forte ai due più avanzati, Ilari e Stanco. In alcuni frangenti proprio con l’ex Teramo si è alternato cambiando la propria posizione nello scacchiere tattico portando il 4-3-3 al 4-3-1-2. Proprio dai piedi di Russotto sono passati diversi palloni scottanti. Emerge in particolare nel secondo tempo. Nel finale, proprio nell’ultimo minuto di recupero, si inventa la rete che porta la Samb ai supplementari. Ultima gratificazione il rigore che sancisce il definitivo passaggio del turno dopo la parata di Pegorin su Ferrante e l’errore di Konate.


Condividi questo post: