Il Porto d’Ascoli sogna la Serie D con super Minnozzi: 2-0 al Gallo. LA CRONACA


PORTO D’ASCOLI-ATLETICO GALLO COLBORDOLO 2-0

di Enrico Tassotti

PORTO D’ASCOLI (4-4-2): Di Nardo; Leopardi, Ciotti, Sensi, Trawally; Antonelli, Gabrielli (38′ Schiavi), Rossi, Renzi (42′ st Gregonelli); Rosa (19′ st Lanzano), Minnozzi (36′ st Bucchi). A disp. Marcozzi, Gagliardi, Pizi. All. Sante Alfonsi.

ATLETICO GALLO COLBORDOLO (4-4-2): Bacciaglia; Bellucci (26′ st Fraternali), Nobili Andrea, Mistura, Nobili Giacomo; Tonucci (31′ st Ferrini), Paoli Thomas, Sensoli (6′ st Paoli Edoardo), Stambolliu (24’st De Angelis); Bartolini, Battisti. A disp. Occone, Liera, Eboli. All. Gastone Mariotti.

Arbitro: Gabriele Sacchi di Macerata (Pace-Persichini).
Reti: 19′, 26′ Minnozzi.

Note. Spettatori: 500 circa; espulsi: al 15’st Leopardi e al 48’st Nobili Andrea; ammoniti: Tonucci, Di Nardo; angoli: 2-8; recupero: 5’+7′.

Il Porto d’Ascoli fa festa contro l’Atletico Gallo battuto con una doppietta di Matteo Minnozzi che migliora il suo score di gol arrivato a quota 27 stagionali. Gara in discesa per i biancocelesti che, però, sullo 0-0 corrono un grosso pericolo con Battisti che prova a superare Di Nardo ma il numero uno di casa dice no. Al 19′ la gara si sblocca: Minnozzi è bravo a riconquistare palla al limite dell’area avversaria e a subire fallo. Lo stesso numero dieci disegna una parabola perfetta che Bacciaglia può solo guardare. Trascorrono setti minuti e i padroni di casa trovano il raddoppio: capitan Leopardi calcia una punizione dall’out destro trovando sul secondo palo Sensi il quale prova di testa ma viene respinto poi sulla palla vagante si avventa Minnozzi che insacca da poca distanza. Prima dell’intervallo Minnozzi ci riprova su punizione ma Bacciaglia si salva in due tempi correndo un grosso pericolo. Nella ripresa il Gallo rientra con grinta e pressa sin dai primi minuti: al 3′ Battisti trova un Di Nardo che compie il secondo grande intervento di giornata. Al 15′ Leopardi viene espulso per una spinta a Mistura. In superiorità numerica il Gallo mette all’angolo il Porto d’Ascoli e al 18′ ci vuole la mano di Di Nardo a mandare sul palo la conclusione di Tonucci poi il numero uno di casa dice no anche a Giacomo Nobili. Al 25′ bel contropiede condotto da Minnozzi che crossa verso il centro dove Renzi, col destro, manca incredibilmente il 3-0. Al 28′ è ancora Di Nardo che si erge a protagonista mandando in corner un tiro dalla lunga distanza di Tonucci. Nell’ultimo degli interminabili sette minuti di recupero, Rossi riconquista palla sulla trequarti e prova a trovare gloria personale ma la conclusione è larga. I biancocelesti ora affronteranno nella semifinale nazionale la formazione romagnola del Classe con andata il prossimo 20 maggio in trasferta e ritorno sette giorni dopo al ‘Ciarrocchi’.

CHIUDI