Il Gubbio tra vittorie e credo tattico: «Attenti a quei tre». Samb in partenza martedì


La squadra di Magi attende la Samb nell’infrasettimanale della 4^ giornata. Occhi puntati sul tridente, terminale offensivo di una squadra costruita per macinare risultati…

«A Gubbio dovremo fare risultato, se ci andiamo così facciamo brutta figura», queste le parole del patron Franco Fedeli a margine della sconfitta di sabato imposta dal Mantova. Incontrare il Gubbio, in questo momento, può rivelarsi un’arma a doppio taglio per la Samb: una vittoria proietterebbe gli uomini di Palladini nell’olimpo, ma una sconfitta significherebbe sprofondare nel baratro di critiche (e classifica). I rossoblù sono chiamati al pronto riscatto contro una squadra ben organizzata e che ha incassato 7 punti in 3 partite frutto di un pareggio (1-1 a Pordenone) e due vittorie di misura contro Sudtirol e Lumezzane. Musto, Candellone e Ferretti i marcatori eugubini. Dalle gare fino ad ora disputate emerge quanto importante sia per Magi la fase difensiva, basti pensare che il gol subito a Pordenone è arrivato da calcio di rigore. Saranno diverse le novità in casa Samb, tra defezioni e scelte “obbligate”, ma chiunque scenderà in campo sa di farlo contro una squadra abile ad interpretare il 4-3-3 a memoria. Focus sul tridente, probabilmente composto da Ferri Marini, Candellone e Ferretti, che riesce a non dare punti di riferimento alle difese. Il centrocampo sarà trainato dal duo Romano-Croce, coppia collaudatissima. Kalombo, Marini, Rinaldi e Zanchi il quartetto difensivo, muro eretto a difesa del forte Volpe, portiere contro cui la Samb ha già impattato nella gara di Coppa Italia. La partenza dei rossoblù è prevista per martedì, dopo una rapida sgambata mattutina.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: