Grottammare, il nuovo d.g. è Alceo Galiè. «Settore giovanile, progetto di 3-5 anni»


Nuova figura nel Grottammare Calcio: Alceo Galiè è stato designato come Direttore Generale. Un ruolo che fino ad oggi era scoperto. Galiè avrà diversi compiti in seno alla società e si occuperà anche di seguire il progetto del settore giovanile che avrà una durata di 3-5 anni. Alla conferenza stampa era presente anche il Presidente Luigi Merli che ha introdotto questa nuova figura: “La società sta completando la riorganizzazione – ha esordito Merli – passato anche attraverso anche un risanamento economico-finanziario ormai giunto quasi al termine. Nel corso di questi anni la squadra è riuscita a mantenere l’Eccellenza spendendo molto poco e questo lo voglio sottolineare in un calcio dove girano tanti soldi dall’alto fino al basso. Io rappresento un gruppo di amici che tiene a galla questa società mantenendo gli equilibri ma essendo il Grottammare una società di calcio ci vuole anche un progetto sportivo e per fare questo ci vogliono le persone che hanno passione e soprattutto competenza. Abbiamo scelto Alceo che si è reso disponibile, ha iniziato a frequentarci, una persona di grande esperienza con trascorsi come giocatore e che si è messo a disposizione e va a ricoprire quel buco enorme che noi avevamo nell’organizzazione ossia avere una persona che su un progetto precostituito lo segua fino al suo compimento, una direzione generale che ha una miriade di compiti. Alceo sarà la seconda gamba della società insieme all’Amministratore Unico che è Carlo Mora. Questo in virtù della riorganizzazione del settore giovanile”.

Galiè: “Mi preme innanzitutto ricordare un mio carissimo amico Peppe Verdecchia che già ai tempi della Robur seguiva la squadra. Voglio ringraziare il presidente Merli e i cinque soci finanziatori della società con i quali prima di accettare l’incarico di Direttore Generale mi sono relazionato e non voglio farlo non solo perché mi hanno scelto ma perché nel lungo periodo in cui c’è stato l’interscambio di idee, hanno condiviso all’unanimità quel progetto che avevo buttato giù su carta. Ho provato ad immaginare un percorso all’interno di una società come il Grottammare che già aveva una sua organizzazione ma che secondo me aveva dei vuoti dal punto di vista della professionalità, un progetto che, voglio sottolinearlo, avrà una durata di 3-5 anni. Noi siamo nei dilettanti ma ho provato almeno a pensare di lavorare come se fossimo nei professionisti. Quando si parla di settore giovanile, sia nei pro che nei dilettanti ci si riempie la bocca, tutti ne parlano ma quando poi si deve passare ai fatti si blocca tutto”.

IL PROGETTO

SCUOLA CALCIO: La scuola calcio del Grottammare è già certificata ma il prossimo passo è quello di farla diventare di Elite. Quest’anno, poi, metteremo su la scuola calcio femminile ingaggiando una insegnante ISEF che lavora a Grottammare ma che ha avuto esperienze calcistiche a Pescara. Poi, tramite il giornalista di Sky Paolo Ghisoni, grosso conoscitore del calcio giovanile ma anche organizzatore di tornei per diverse fasce di età, vi parteciperemo anche noi.

SETTORE GIOVANILE: Abbiamo preso Massimiliano Zazzetta come responsabile settore giovanile ed in più ha scelto di allenare la squadra Juniores. Abbiamo deciso anche di ingaggiare Massimilano Lattanzi come preparatore atletico per il settore giovanile che avrà il compito anche di formatore degli allenatori.


Enrico Tassotti