Capuano: «Tanti giovani di qualità, ma ora ci serve un po’ di cazzimma»


«La bontà del nostro lavoro è sotto gli occhi di tutti: siamo di fronte ad una squadra giovanissima; rispetto al mio predecessore inoltre ho perso 4 o 5 giocatori». Così Ezio Capuano traccia un bilancio dei suoi primi mesi a San Benedetto, luogo dove l’allenatore di Pescopagano si sta ambientando a meraviglia: «Faccio questo mestiere da tanti anni e tantissime volte mi sono divertito ad allenare una squadra, ma qua a San Benedetto è davvero un piacere: vengo al campo e non vorrei andare mai via. Questi sono ragazzi che hanno voglia di emergere, che seguono e ascoltano: meritano tutta l’attenzione e il plauso del popolo sambenedettese». Elogi ad un gruppo che deve per forza di cose essere rinforzato (QUI l’allarme di Capuano): «Ci sono tantissimi giovani di qualità, ma proprio per questo ora ci serve un po’ di cazzzimma, di esperienza».

Redazione

CAPUANO: PRIMO POSTO? COSI’ NON POSSIAMO PERMETTERCELO

Condividi questo post: