Andrea Gianni: «Onorato di far calcio in una piazza come San Benedetto»


Capita, spesso, che quella di San Benedetto sia una piazza che, in un modo o nell’altro, finisce sulla bocca di tutti. Capita che chi ci fa calcio se ne innamori e questo succede anche a chi oggi fa parte dell’organigramma societario. Ne parla Andrea Gianni, direttore generale rossoblù e braccio destro di Franco Fedeli:

«Sono qui da tre anni, qualcosa l’ho vissuto, qualcosa l’ho imparato: sono onorato di poter far calcio in una piazza del genere. È facile poter lavorare con armonia e tranquillità che ti sanno trasmettere una società forte come la nostra; se mi guardo intorno vedo gli sfaceli di alcune realtà, anche importanti… Siamo per una Samb giovane che possa durare nel tempo e che diventi un patrimonio per questa città. Non avere giocatori in prestito e giocatori valorizzati è proprio per avere un patrimonio importante».